DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Commenta la frase

Mrs. Bennet: Mary ti prego.

Mr. Bennet: Vi ringrazio, signor Hill.

Mr. Collins: Signora Bennet, se non vi dispiace speravo di poter sollecitare un colloquio privato con la signorina Elisabeth nel corso della mattinata.

Mrs. Bennet: Oh si certo, Lizzie ne sarà felice di sicuro. Andiamo! Fuori! Il signor Collins gradirebbe avere un colloquio privato con…

Lizzie: No no aspettate, ve ne prego, il signor Collins non può avere nulla da dirmi che non possano sentire tutti.

Mrs. Bennet: Niente sciocchezze, Lizzie. Desidero che tu rimanga dove sei. Tutti gli altri in salotto, andiamo! Signor Bennet?

Mr. Bennet: Ma, eh…

Mrs. Bennet: Coraggio!

Lizzie: Ti prego, Jane!

Jane: Mi dispiace.

Mrs. Bennet: Jane!

Lizzie: [Papà, resta]

Mr. Collins: Cara signorina Elisabeth, le mie attenzioni sono state troppo marcate per essere fraintese. Non appena sono entrato in questa casa, ho scelto voi come futura compagna della mia vita. Ma prima che mi faccia rapire dai sentimenti, sarà meglio dichiararvi le ragioni che mi spingono al matrimonio: prima di tutto è dovere di un pastore di anime dare il buon esempio di matrimonio alla sua parrocchia; secondo, sono convinto che questo aumenterà di gran lunga la mia felicità e terzo, è desiderio della mia stimata patronessa Lady Catherine De Bourgh che io prenda moglie. Il mio obiettivo nel venire a Longbourn era di sceglierne una tra le figlie del signor Bennet, giacché sarò proprio io l'erede di questa tenuta e una simile unione di sicuro accontenterà tutti. E ora, altro non mi rimane che assicurarvi con i miei più animati accenti la veemenza del mio affetto.

Lizzie: Signor Collins!

Mr. Collins: E nessun rimprovero sulla vostra dote sfiorerà le mie labbra dopo il matrimonio.

Lizzie: Siete affrettato signore, dimenticate che non vi ho risposto.

Mr. Collins: Devo aggiungere che Lady Catherine approverà interamente quando le parlerò della vostra modestia, parsimonia e delle altre vostre amabili virtù.

Lizzie: Signore, mi commuove la vostra prosposta, ma con rammarico devo declinarla.

Mr. Collins: So che le signorine non lasciano trapelare gli impeti.

Lizzie: Signor Collins non sono mai stata più seria! Voi non potreste mai rendermi felice come io non potrei mai rendere felice voi.

Mr. Collins: Mi lusinga cugina che il vostro rifiuto sia una mera delicatezza naturale. Dovreste tenere conto che a dispetto delle seduzioni, è oltremodo certo che non vi verrà mai fatta un'altra proposta di matrimonio.

Lizzie: Signor Collins!

Mr. Collins: Così devo concludere che voi cerchiate di accrescere con l'attesa il mio amore...

Lizzie: Signore!

Mr. Collins: …secondo i consueti costumi delle signorine eleganti.

Lizzie: Signore! Non sono il tipo di donna che tormenta un uomo rispettabile. Vi prego di comprendermi, non posso accettare!

Mrs. Bennet: Cocciuta folle ragazzina! Non vi preoccupate signor Collins, porremo rimedio a questo piccolo inconveniente subito! Lizzie! Lizzie!

Per pubblicare un commento compila questo modulo

Il tuo nome e indirizzo E-mail

Sito personale (se vuoi puoi indicare l'URL di un tuo profilo social)

Testo del tuo messaggio

Controllo di sicurezza

Dichiaro di aver preso visione della norme sulla privacy e accetto le condizioni di utilizzo gratuito dei servizi del sito
Loading...

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i