NOVITA' DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Fantozzi contro tutti

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 38 frasi relative al film Fantozzi contro tutti. Leggile tutte.
Frasi di Fantozzi contro tutti

Riassunto e trama del film Fantozzi contro tutti

[da Wikipedia]
Fantozzi e i suoi colleghi vanno ad Ortisei per la settimana bianca. Durante il viaggio in treno Fantozzi viene cacciato dallo scompartimento, in quanto ritenuto ingiustamente colpevole di aver prodotto maleodoranti flatulenze, provenienti in realtà da Calboni. Arrivato a destinazione il gruppo capisce che non è previsto lo sci, essendo il mese di maggio: così Fantozzi, che aveva promesso alla moglie Pina di perdere almeno 5 chili sciando, decide di farsi ricoverare nella "clinica del dimagrimento alternativo", diretta dal severissimo dietologo tedesco professor Birkermaier. Costui impone al ragioniere una dieta che consiste in 20 giorni di digiuno totale in cella e, dopo 6 giorni, con la scusa che per fare una buona cura dimagrante occorre una grande forza di volontà, lo obbliga ad assistere alla sua cena luculliana senza consentirgli di toccare cibo: vinto dalla fame, il protagonista non resiste alla tentazione, e agguanta di nascosto alcune delle note "polpette di Bavaria". Subito scoperto, Fantozzi viene trasportato via di peso da due infermieri, presumibilmente per essere duramente punito.

Intanto la signora Pina si è innamorata di un altro uomo: quando Fantozzi lo viene a sapere, provato dalle emozioni tipiche del tradimento, inizia ad indagare per scoprire l'identità dell'uomo. Avendo trovato del pane dappertutto in casa, scopre che si tratta di Cecco (Diego Abatantuono), nipote del fornaio che ha il negozio sotto casa Fantozzi. Inizialmente il ragioniere pensa al suicidio, ma decide poi di far solo credere alla moglie di essersi impiccato, mentre va da Cecco al panificio per tentare un chiarimento. Qui, pesantemente schernito da Cecco e dai suoi colleghi per la bruttezza della moglie, capisce che il tradimento non si era effettivamente consumato e che Cecco non ha alcuna intenzione di consumarlo, quindi torna dalla Pina.

Il direttore ereditario della Megaditta muore di rosolia: il suo posto viene preso, con scelta tramite sorteggio, dal visconte Cobram, un fanatico di ciclismo, che obbliga tutti i dipendenti a duri allenamenti in sella alla bicicletta e poi organizza addirittura una corsa ciclistica chiamata in suo onore Coppa Cobram. La temuta gara ciclistica sarà durissima per tutti i partecipanti, tra cadute, temporali e difficoltà di ogni tipo. Molti concorrenti "periranno" nell'impresa; Filini, Colsi e Vannini finiranno fuori strada, piombando nella trattoria "Al Curvone" nel bel mezzo di un pranzo nuziale. Giunto al giro finale, Fantozzi, grazie all'uso di una bottiglietta con una potentissima sostanza dopante acquistata alla partenza da uno spettatore, riesce a superare l'unico avversario rimasto in gara e taglia il traguardo da solo, ma non ci sono festeggiamenti per lui perché non riesce a frenare in tempo e finisce dentro un carro funebre.

In seguito il direttore Marchese Conte Barambani invita Fantozzi e Filini a una crociera sulla sua barca: in realtà la crociera è solo una scusa per sfruttare i due impiegati come schiavi a bordo. Dopo diverse peripezie passate in mare dai due, tra le quali una strana gara di tiro al piattello, i motori della barca si guastano e Fantozzi e Filini sono costretti a trainarla a remi con un canotto.

Rientrato dalla ferie, Fantozzi è di pessimo umore per la prospettiva di un altro anno di lavoro e manifesta il desiderio di scrivere in cielo con un dito la frase "Il Mega Presidente è uno stronzo!": il pesante insulto, chissà come, compare davvero, e il Gran Consiglio dei dieci assenti organizza immediatamente una perizia calligrafica per scoprire il colpevole tra tutti gli impiegati. Fantozzi viene inevitabilmente scoperto e minacciato, ma poi viene semplicemente obbligato a sostituire il nome del dirigente con il suo. Tra l'ilarità generale, Fantozzi dichiara di ritenersi fortunato, e mentre lo dice cade in un tombino.

Anno

1980 (37 anni fa)

Genere

Comico

Durata

93 minuti (1 ora e 33 minuti)

Data di uscita

giovedì 20 novembre 1980

Poster e locandina

Attori del film Fantozzi contro tutti

Paolo Villaggio nel ruolo di Rag. Ugo Fantozzi
Giuseppe Anatrelli nel ruolo di Geom. Calboni
Milena Vukotic nel ruolo di Pina Fantozzi
Gigi Reder nel ruolo di Rag. Silvio Filini
Camillo Milli nel ruolo di Dir. March. Conte Piermatteo Barambani
Paul Muller nel ruolo di Visconte Cobram
Plinio Fernando nel ruolo di Mariangela Fantozzi
Angelo Pellegrino nel ruolo di Geom. Vannini
Pietro Zardini nel ruolo di Rag. Fonelli
Diego Abatantuono nel ruolo di Cecco
Guerrino Crivello nel ruolo di Rag. Colsi
Silvano Spadaccino nel ruolo di Professor Birkermaier
Lars Bloch nel ruolo di Megapresidente Arcangelo

Biografie correlate al film Fantozzi contro tutti

Sceneggiatura

Leonardo Benvenuti, Piero De Bernardi, Paolo Villaggio, Neri Parenti

Soggetto

Paolo Villaggio

Musiche

Fred Bongusto, Josè Mascolo

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Altre frasi o articoli interessanti

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i