DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Le vie del Signore sono finite

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 3 frasi relative al film Le vie del Signore sono finite. Leggile tutte.
Frasi di Le vie del Signore sono finite

Riassunto e trama del film Le vie del Signore sono finite

[da Wikipedia]
La storia si svolge in epoca fascista. Camillo, un barbiere di Acquasalubre, soffre d'una malattia psicosomatica: ha infatti perso l'uso delle gambe senza avere tuttavia alcuna lesione organica e il suo medico ne indica la causa nell'amore finito tra lui e Vittoria (Jo Champa), una ragazza di origine francese da tempo residente in Italia.
Nel treno di ritorno da Lourdes, Camillo conosce Orlando (Massimo Bonetti), che è realmente paralitico. I due chiacchierano, e Camillo gli parla del suo medico, che gli fa anche da psicanalista il quale è seguace e ammiratore di un certo Sigmund Freud, che però non legge le sue lettere, perché cestinate da una cameriera che, memore della sconfitta dell'Austria nell'ancora recente prima guerra mondiale, ha in odio gli italiani.
Qualche giorno dopo, Camillo scopre che Vittoria s'è fidanzata con un altro, un francese di nome Bernard, ma lei non ha interrotto i rapporti con Camillo, dato che s'incontrano ancora. Dopo il loro incontro, Bernard lo scopre e litiga con Vittoria, poiché non sopporta che lei l'incontri ancora dopo essersi lasciati. Per la gioia d'un loro possibile riavvicinamento, Camillo guarisce e ritorna a camminare, ma decide di tacere della sua guarigione per non dare un dispiacere a Orlando e rovinare l'amicizia, rivelandolo solamente a Vittoria e al proprio fratello Leone, anche lui barbiere e anche lui anima in pena che, come ammetterà alla fine, esiste solo per accudire il fratello malato.
Per tentare di fare uscire Orlando dal suo profondo stato di solitudine, Camillo organizza con Vittoria un incontro in cui finge d'incontrare casualmente la ragazza, accompagnata dall'amica Anita (Carola Stagnaro) che, secondo Camillo, s'avvicinerebbe ai gusti di Orlando, allo scopo di favorirne un'eventuale relazione. Anita si dichiara però fervente ammiratrice del Duce e abbandona disgustata la sala da tè dopo una battuta di Camillo su Mussolini. Orlando, inoltre, invece che d'Anita, s'innamora di Vittoria e lo rivela all'amico. Qualche giorno dopo, vedendolo per caso uscire dalla vasca da solo, Orlando scopre la guarigione di Camillo.
Il giorno dopo, Camillo si reca a Roma per presentare con scarsa fortuna due sue invenzioni, di cui una contro la calvizie, di cui sfortunatamente era affetto anche Mussolini; al suo ritorno verrà arrestato a causa della battuta rivolta ad Anita, che ha fatto la spia e ha mandato una spedizione punitiva. Rimarrà in carcere due anni, dove si riammalerà di nuovo. Uscirà grazie a Orlando, nel frattempo diventato un importante funzionario del partito. Orlando gli assicura che tra lui e Vittoria non c'è mai stato nulla al di là dell'amicizia, e che inoltre s'appresta a partire per un viaggio in Etiopia.
Al suo ritorno a casa, troverà una lettera di Vittoria contenente una fotografia in cui la ragazza indossa una paglietta, che Camillo riconosce come da lui regalata in precedenza a Orlando e si convince, anche per una maliziosa insinuazione da parte di Leone, che Orlando e Vittoria vivano insieme a Parigi. Una volta nella capitale transalpina, dopo averla trovata, scopre che le sue erano solo gelosie (Orlando aveva a sua volta regalato la paglietta a Vittoria prima del congedo definitivo) e i due possono finalmente ritornare insieme.

Anno

1987 (31 anni fa)

Genere

Commedia, Drammatico, Sentimentale

Durata

117 minuti (1 ora e 57 minuti)

Poster e locandina

Attori del film Le vie del Signore sono finite

Massimo Troisi nel ruolo di Camillo Pianesi
Marco Messeri nel ruolo di Leone Pianesi
Jo Champa nel ruolo di Vittoria
Massimo Bonetti nel ruolo di Orlando
Enzo Cannavale nel ruolo di padre di Camillo e Leone
Clelia Rondinella nel ruolo di sorella di Camillo e Leone
Carola Stagnaro nel ruolo di Anita
Franco Pistoni nel ruolo di carabiniere
Giovanni Febraro nel ruolo di cameriere

Premi

Ciak d'oro 1987 Migliore Attore Non Protagonista (marco Messeri)
Nastro d'argento 1988 Migliore Sceneggiatura

Biografie correlate al film Le vie del Signore sono finite

Soggetto e sceneggiatura

Massimo Troisi

Musiche

Pino Daniele

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Loading...

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i