DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Il cieco e il pubblicitario

C'era una volta un uomo cieco che si trovava seduto sul gradino di un marciapiede chiedendo elemosina. Ai suoi piedi teneva un cappello dove i passanti potevano lasciare le loro monete per aiutarlo. Vicino al cappello aveva un pezzo di cartone con scritto: "Sono cieco. Aiutatemi, per favore".

Un mattino, un pubblicitario esperto di marketing e comunicazione, passò di lì e si fermò. Guardando nel cappello dell'uomo non vedente, notò che vi erano solo poche monete e di poco valore. Il pubblicitario si chinò e aggiunse anch'egli alcune monete. Poi, senza chiedere il permesso al cieco, prese il suo cartone, lo girò dal lato opposto e con un pennarello che aveva con sé, scrisse un'altra frase. Posò il cartone dove era prima, ma ora i passanti avrebbero letto la nuova frase.

Poche ore più tardi, nel pomeriggio, il pubblicitario passò nuovamente dall'uomo non vedente e notò che il suo cappello era colmo di monete e anche di qualche banconota.

Il cieco riconobbe il passo dell'uomo e gli domandò se era stato lui che aveva preso il suo pezzo di cartone cambiando la frase scritta, ma soprattutto chiese che cosa vi avesse scritto. Il pubblicitario, contento, rispose:

- "Nulla che non sia vero, ho solamente riscritto la sua frase in un altro modo". Sorrise e se ne andò.

Sul suo pezzo di cartone vi era scritto: "Oggi è primavera e io non posso vederla".

Morale: quando le cose non stanno andando molto bene cambia la strategia e vedrai che miglioreranno.
Il cieco e il pubblicitario

Altre storie con morale: brevi letture per profonde riflessioni

Ti è stata utile questa lettura?
Scrivi un commento. La tua opinione è importante!

Loading...

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i