Aforismi, citazioni, frasi celebri e frasi famose di letterati, aforisti e personaggi di grande notorietà.

Commenti alla frase di Oscar Wilde


Commento inserito: martedì 4 maggio 2010 alle ore 17:22
- «Nel caso di un (si consideri l’etimologia di questo termine) “appuntamento” fra due o più persone, una specificata ora in cui riunirsi occorrerà pur fissarla, penserei.
- La persona o le persone puntali intendono portare rispetto all’altro o agli altri; il ritardatario o i ritardatari invece no, perché il corrispondente tempo di attesa, ai puntuali, viene derubato, perché i puntuali non potrebbero dedicarsi alle altre cose che viceversa avrebbero potuto compiere.
- Il tempo sottratto ai puntuali può essere calcolato sommando tutti i minuti di differimento di ciascun ritardatario. Così, un ritardo di quindici minuti, ad esempio, se conseguito da dodici persone, corrisponderebbe a tre ore nominali tonde tonde.
- La puntualità, quindi, oltre che segno di rispetto verso gli altri (anche in questo caso se ne consideri l’etimologia) “concomitanti”, potrebbe consente di ottenere quella parte di tempo, anche se minima, altrimenti sprecata nella vana attesa dei ritardatari.
- Infine, oltre all’aspetto pratico or ora valutato, senza voler valutare il punto di vista ascrivibile a sentimenti effettuali sebbene meno ponderabili, quali l’apprensione, l’irrequietezza, la stizza, la frustrazione, il disappunto.
- Perché, se non in un modo di vivere della più completa confusione, dovrebbe essere dunque accusata, la puntualità, di “ladro del tempo”?
- Visuale miope, la mia? Un punto di vista che io non riesco a osservare? O da ora in avanti saremo tutti puntuali... ex nunc meliora tempora current?»
- Tommaso Mazzoni d.p.r.o.