NOVITA' DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

La fabbrica di cioccolato

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 25 frasi relative al film La fabbrica di cioccolato. Leggile tutte.
Frasi di La fabbrica di cioccolato

Riassunto e trama del film La fabbrica di cioccolato

[da Wikipedia]
Charlie Bucket (Freddie Highmore) è un bambino povero che vive in una malandata casetta di legno assieme ai genitori e ai quattro nonni. Gli piace molto la cioccolata, ma la povertà della sua famiglia gli concede una sola tavoletta per il suo compleanno. Da poco, l'annuncio del cioccolatiere più famoso del mondo, il lunatico e enigmatico signor Wonka, ha sconvolto la loro piccola cittadina: Willy Wonka (Johnny Depp) ha nascosto in cinque tavolette di cioccolato dei biglietti d'oro, che permettono al proprietario di visitare la sua grandiosa fabbrica e di vincere un premio speciale. Tutto il mondo viene a conoscenza della notizia, e i primi biglietti, poco dopo, vengono trovati da quattro bambini: Augustus Gloop (Philip Wiegratz), dalla Germania, goloso, obeso e ingordo; Veruca Salt (Julia Winter), dall'Inghilterra, viziata incredibilmente dal ricco padre; Violetta Beaudegarde, dalla Georgia, vanitosa, scorretta, campionessa di gomma da masticare (mastica la stessa gomma da tre mesi); Mike Tivù (Jordan Fry), dal Colorado, un genio del computer e bulletto appassionato di televisione e videogiochi (il cui cognome nell'originale è Teavee, la cui pronuncia è identica a quella in inglese della sigla TV).

L'ultimo biglietto viene trovato proprio da Charlie, che in compagnia del nonno Joe andrà nella bellissima ed enorme fabbrica di Willy Wonka, dove li aspettano incredibili avventure e dolci straordinari. Durante il giro della fabbrica una serie di flashback rivelano il passato di Willy, figlio dell'intransigente dentista Wilbur Wonka, che non gli concedeva neanche il più piccolo dolciume, per paura che fosse allergico o che gli venissero delle carie (per questo il padre lo aveva costretto a portare un terrificante apparecchio). In seguito alla notte di Halloween il piccolo Willy riuscì di nascosto a mangiare un cioccolatino, ritrovato tra le ceneri delle braci nel camino, dopo che il padre aveva buttato il prezioso bottino della notte nel fuoco. Da allora la passione per il cioccolato cambiò il corso della sua vita, tanto che il bambino decide di scappare di casa, nonostante il padre prometta che se fosse tornato non lo avrebbe più ritrovato. Purtroppo la promessa verrà mantenuta, la loro casa sparisce e il giovane Wonka sarà costretto a cavarsela da solo. Vagabonderà fino alla tribù degli Umpa Lumpa (Deep Roy), con la quale gestisce la famosissima fabbrica.

Durante il giro all'interno della fabbrica, una serie di sfortunati eventi coinvolgono i quattro ragazzi antipatici, che escono di scena uno dopo l'altro.

Il gruppo entra nella prima sala della fabbrica, un giardino in cui dimorano piante stranissime e completamente commestibili, e in cui scorre un grande fiume di cioccolato che, tramite un aspiratore mobile, viene convogliato nel resto della fabbrica. Augustus cerca di bere il cioccolato dal fiume, ma finisce per caderci dentro, venendo poi risucchiato dall'aspiratore. Gli Umpa Lumpa lo faranno uscire, interamente ricoperto di cioccolato.
La successiva stanza oggetto della visita è quella delle invenzioni, e qui Willy mostra una gomma da masticare che contiene un pasto completo: zuppa di pomodoro, roast beef con patate arrosto e torta di mirtilli. Nonostante l'avvertimento relativo al fatto che il dessert presenta ancora problemi, Violetta afferra subito la gomma e inizia a masticarla, e comincia a gonfiarsi e a diventare blu, trasformandosi in un enorme mirtillo, viene portata via dagli Umpa Lumpa, che la centrifugheranno e la renderanno molto elastica. Anche lei uscirà dalla fabbrica, mantenendo il colore blu del mirtillo anche dopo essere stata centrifugata.
I rimanenti del gruppo visitano una stanza circolare, in cui si sgusciano le noci. Il lavoro è portato avanti da tanti scoiattoli, che aprono le noci e gettano quelle guaste e i gusci nello scarico dei rifiuti al centro della sala. Veruca ne vuole uno a tutti i costi, e suo padre tenta di offrire denaro a Willy in cambio di uno scoiattolo. Wonka rifiuta poiché gli scoiattoli non sono in vendita e perciò Veruca decide di andare a prenderne uno da sé: gli scoiattoli l'assaltano, la prendono per una noce guasta e la buttano nello scarico dei rifiuti, facendo poi lo stesso con il padre, colpevole di averla viziata in quel modo. Alla fine i due usciranno dalla fabbrica completamente ricoperti di rifiuti.
Visitano infine la stanza completamente bianca della televisione, dove si vede un'enorme tavoletta di cioccolata che, ripresa da una telecamera speciale, viene rimpicciolita per poi apparire all'interno di uno schermo. Mike, che si accorge di come la procedura sia una forma di tele-trasporto, si fa lui stesso tele-trasportare: appare quindi nello schermo televisivo, diventando piccolissimo. Alla fine uscirà dalla fabbrica, ma neanche lui sarà normale: apparirà lungo e piatto.
Solo Charlie Bucket rimarrà incolume alle sorprese del signor Wonka, al quale spetta dunque il premio speciale: diventare il nuovo direttore della fabbrica.

Così Willy Wonka riaccompagna Charlie e il nonno a casa e racconta alla famiglia come gli è venuta l'idea della visita: poco tempo prima, Willy si stava facendo fare un taglio di capelli dai suoi Umpa Lumpa quando notò di avere un capello bianco; capendo che stava invecchiando si chiese chi avrebbe badato alla sua fabbrica e ai suoi adorati Umpa Lumpa quando lui non ci fosse stato più; così si disse di avere bisogno di un erede e decise di fare visitare a 5 bambini la sua fabbrica e quello meno fastidioso avrebbe vinto. Charlie è felice del premio ma scopre di dover salutare per sempre la sua famiglia per potersi trasferire definitivamente nella fabbrica di cioccolato. Charlie rinuncia al posto di futuro direttore lasciando Willy Wonka dispiaciuto e solo. Tempo dopo Wonka ripropone il posto a Charlie, che gli domanda cosa abbia contro la sua famiglia; Willy rivela allora il suo difficile rapporto col padre e insieme decidono di andarlo a trovare.

Willy ritrova il padre, che lo riconosce per la sua dentatura, e fanno la pace (Charlie nota anche una parete e un album che contenevano i ritagli di articoli dei giornali sui successi del figlio). Da allora Willy e Charlie lavoreranno insieme alla fabbrica, a una sola condizione: l'intera casa di Charlie verrà trasferita all'interno della fabbrica stessa.

Anno

2005 (12 anni fa)

Titolo originale

Charlie and the Chocolate Factory

Genere

Commedia, Fantasy

Durata

110 minuti (1 ora e 50 minuti)

Data di uscita

venerdì 23 settembre 2005

Poster e locandina

Attori del film La fabbrica di cioccolato

Johnny Depp nel ruolo di Willy Wonka
Freddie Highmore nel ruolo di Charlie Bucket
David Kelly nel ruolo di Nonno Joe
Helena Bonham Carter nel ruolo di Mrs. Bucket
Noah Taylor nel ruolo di Mr. Bucket
AnnaSophia Robb nel ruolo di Violetta Beauregarde
Missi Pyle nel ruolo di Mrs. Beauregarde
Julia Winter nel ruolo di Veruca Salt
James Fox nel ruolo di Mr. Salt
Christopher Lee nel ruolo di Dott. Wilbur Wonka
Deep Roy nel ruolo di Umpa Lumpa
Jordan Fry nel ruolo di Mike Tivù
Adam Godley nel ruolo di Mr. Tivù
Philip Wiegratz nel ruolo di Augustus Gloop
Franziska Troegner nel ruolo di Mrs. Gloop
Blair Dunlop nel ruolo di Willy Wonka da bambino
Liz Smith nel ruolo di Nonna Georgina
Eileen Essell nel ruolo di Nonna Josephine
David Morris nel ruolo di Nonno George
Nitin Ganatra nel ruolo di principe Pondicherry
Oscar James nel ruolo di Negoziante
Annette Badland nel ruolo di Sig.ra Jolly

Trailer

Biografie correlate al film La fabbrica di cioccolato

Sceneggiatura

John August

Soggetto

Roald Dahl

Musiche

Danny Elfman

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Altre frasi o articoli interessanti

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i