DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Commenti alla frase di Carlo Rubbia

  • Ho capito.
    Mi arrendo.
    È inutile continuare.

    Commento inserito: domenica 6 maggio 2012 alle ore 18:03
    Da: Lido
  • ....c'è, malgrado tutto, che ostinatamente fa del suo meglio per lavare la testa all'asino (mi riferisco a quello del provebio) e non vuol capire che rischia di perdere il tempo ed il sapone...

    Commento inserito: domenica 6 maggio 2012 alle ore 17:55
    Da: Anselmo
  • In questa comunicazione non c'è dialettica, non avviene uno scambio culturale che ci arricchisce vicendevolmente, manca la coscienza del rispetto delle opinioni altrui, anche se le opinioni altrui divergono totalmente dalle nostre, o sono errate, hanno ugualmente lo stesso diritto di essere accolte e prese nella giusta considerazione.

    Commento inserito: domenica 6 maggio 2012 alle ore 17:12
    Da: Rosanna
  • Caro Massimo,
    continui a non capire...
    Io sono contro all'energia nucleare avendo cognizione di causa. Sono contro fino... alla morte. Avendo lavorato propio in una centrale nucleare.
    Ma tu continui a non capire le parole di Rubbia. Quindi ogni dialogo è inutile.
    Nessun linguaggio violento ha mai evitato le catastrofi. Semmai le ha fomentate.
    Credi che insultando si possano bloccare le costruzioni delle centrali?
    Rubbia ha esattamente detto che non bisogna farne altre fino a quando non ci sia qualche innovazione decisiva nella sicurezza e nello smaltimento dei rifiuti. E questo per adesso non c'è e chissà se mai ci sarà. A meno che qualche geniale (ma improbabile...) innovazione non rovesci le cose.
    Continui a non capire e... non ci posso far nulla.
    Auguri!Barbaro, ereathes

    Commento inserito: domenica 6 maggio 2012 alle ore 16:41
    Da: Lido
  • ...qualcuno forse non sa dfistinguere la libertà dalla licenza..

    Commento inserito: domenica 6 maggio 2012 alle ore 16:03
    Da: Anselmo
  • Grazie per il signore,
    resta il fatto che leccare il culo ai tecnocrati se non fa venire magari l'AIDS contribuisce non poco ad acutizzare il servilismo italiota quasi genetico.
    Una sentenza come quella del Rubbia a me istiga non alla tolleranza ma all'assassinio, visto che discettare sulle centrali come fa lui è praticamente un'apologia alla loro esistenza, senza che egli affronti, e io non glielo permetto, le infinite ricadute di quella scelta: sul piano dell'acutizzazione del militarismo in quanto non esiste il nucleare civile senza quello militare (ammesso che lo sappiate); sulll'irradiamento è per millenni e causa morti a miglaia nelle felici aree scelte purtroppo sempre distanti dai palazzi del poetere o dalle ville arcori dei parassiti che ci depredano di un'esistenza degna di essere vissuta; ecc.
    Buon proseguimento con i vostri lavori "linguistici"...

    Commento inserito: domenica 6 maggio 2012 alle ore 13:47
    Da: Massimo
  • ...scrivo solo che certi commenti per la dignità e la rispettabilità del sito, potreste fare a meno di pubblicarli...

    Commento inserito: domenica 6 maggio 2012 alle ore 1:55
    Da: Anselmo
  • Il sig. Massimo che ha offeso pesantemente il prof. Rubbia è una dimostrazione irrefutabile della stupidità umana. Non ha capito un... tubo.
    Rubbia ha esposto in brevissime parole come le centrali non siano sicure e questo rischio vada aumentando al passare del tempo e con l'aumentare del numero delle centrali stesse. O meglio: la probabilità di incidente nel tempo per singola centrale resta fissa (aumenta un poco con l'invecchiamento della centrale medesima...) e quindi aumenta in valore assoluto con l'aumentare del numero delle centrali.
    Cosa deve dire di più?
    Riflettere prima di scrivere enormi castronerie...

    Commento inserito: domenica 6 maggio 2012 alle ore 1:29
    Da: Lido (Esopo in Toscana)
  • Una vera merda sto pseudo scienziato reggipalle delle criminali aziende nucleari militariste ed ecocide. Che cazzo parla a fare?
    SERVO DEL POTERE!!!

    MERDACCIA!!!

    Commento inserito: sabato 5 maggio 2012 alle ore 22:32
    Da: Massimo
  • ---mi sempra alquanto pleonastico continuare a discutere su questa enunciazione dell'illustre profeassor Rubbia, quando davanti a casa nostra si sta scatenando un piccolo inferno che all'apparenza è contro un dittatore, ma che in effetti, c'è forte rischio, così come sono andate e stanno andando le cose, che vada contro sostanziali interessi del nostro paese...

    Commento inserito: domenica 20 marzo 2011 alle ore 15:34
    Da: Anselmo
  • Credo che l'aforisma sia un buon metodo di in-put, perché stimola al dialogo, alla riflessione, e a l'apertura verso l'altro che interloquisce nello spazio preposto, anche quando talvolta va fortemente fuori dalle righe.

    Commento inserito: domenica 20 marzo 2011 alle ore 11:56
    Da: Rosanna
  • in riferimento ad una squallida osservazione di un anonimo signor anselmo che parla di "isterismo" tengo a chiarire, prima di chiudere, definitivamente, questa polemica che egli non ha il coraggio delle proprie idee perche'si trincera dietro uno squallido anonimato ch'e' il degno biglietto da visita della sua meschina poverta'spirituale.ognuno difende le propriee idee giuste o non giuste a parere del suo interlocutore; ma deve avere il profondo coraggio civico di parlare, a viso aperto, e non sparare nel vuoto con riflessioni insulse e farneticanti.

    Commento inserito: sabato 19 marzo 2011 alle ore 5:13
    Da: Claudio Cavaliere:Il Moschettire Del
  • ...possibile che la pagina degli "aforismi" sia diventata lo sfogo degli attacchi isterici di qualche personaggio maldestro ? a questo punto sarebbe meglio chiuderla

    Commento inserito: venerdì 18 marzo 2011 alle ore 19:04
    Da: Anselmo
  • l'illustrissmo signor anselmo e'un individuo ignorante,rozzo e di una poverta'd'animo abissale.gli invio i miei piu'doverosi saluti sperando che impari a riflettere ed a vivere perche'si dimostra,gravemente, povero nell'animo e nella mente e la citazione di j.j.rouseau fotografa molto bene la sua deficitaria personalita'e la sua insensibilita'sociale.

    Commento inserito: venerdì 18 marzo 2011 alle ore 16:07
    Da: Claudio Cavaliere:Il Moschettire Del "Verum"
  • Le parole non dovrebbero essere soltanto un modo per sfogare un proprio sentire avverso a l'altro con retorica, ma piuttosto, essere veicolo col quale passare dei contenuti arricchenti e condivisibili da tutti. Cosa ne abbiamo fatto di questa frase? distorcendo il suo contenuto?

    Commento inserito: venerdì 18 marzo 2011 alle ore 11:52
    Da: Rosanna
  • ..ce qualcuno che ha preteso scomodare Jean Jacques Rousseau per insultare il prossimo ...poveretto,evidentemente gli prude da qualche parte e non è capace a grattarsi da solo...

    Commento inserito: giovedì 17 marzo 2011 alle ore 21:56
    Da: Anselmo
  • ho letto, con attenzione, una riflessione di un certo individuo di nome anselmo il quale aggiunge un luminoso commento ad una mia precedente considerazione di squisita "etica politica".il signor anselmo,persona rispettabilissima,nella sua ristrettezza mentale,non ha capito un' acca e mi accusa di essere un saccente sapientone.non conosco lo spessore culturale e morale della sua personalita';ma posso intuire la sua pochezza spirituale.mi servo di una lapidaria affermazione del filosofo ginevrino j.j.rousseau il quale ben chiarisce:"ci sono persone che non sanno vivere e che avrebbero fatto bene a scendere(=urgentemente:e'una mia personale riflessione)nella fossa appena nati".questa citazione,in riferimento all'illustrissimo e stimatissimo signor anselmo, non e',puramente,casuale e dovrebbe servire a scuotere le sue cellule cerebrali,paurosamente, addormentate.egli si trova,casualmente, a vivere sul pianeta terra ed emette giudizi strampalati e,scandalosamente,puerili.intelligenti pauca.

    Commento inserito: giovedì 17 marzo 2011 alle ore 18:07
    Da: Claudio Cavaliere:Il Moschettire Del
  • ma questo non è un aforisma... forse sono io che non ho presente il significato di aforisma... ma l'ho semrpe considerato una specie di frase bella.. quelle ke esprimono sentimenti...

    Commento inserito: mercoledì 16 marzo 2011 alle ore 15:40
    Da: emanuela
  • un commento ai commenti: ..ho già scritto che quello di Rubbia non è un aforisma ma il pensiero di una persona con un evoluto senso pratico e che sopratutto parla di cose che lui conosce, mentre icommenti che sono seguiti al cosidetto "aforisma" sono solo elucubrazioni fumose di chi nulla sa e vuole dire assolutamente tutto..

    Commento inserito: mercoledì 16 marzo 2011 alle ore 12:36
    Da: Anselmo
  • di fronte al preoccupante e catastrofico evento successo,di recente,in giappone,non si possono non fare considerazioni che c oinvolgono l'intera umanita'che vive sul pianeta terra.i nostri illuminati ed illuminati signori che ci sgovernano non si pongono,evidentemente,o fingono di ignorare, questa allarmante situazione.non possiamo fermarci ad un semplicistico calcolo della probalita'perche'la vita umana e' sascra e va tutelata.se i signori che ci governano vanno ripetendo, con puerili consideazioni, che le decisioni prese vanno rispettate e,quindi,non si torna indietro dimostrano un'ottusa intelligenza.i governanti devono essere persone serie,rflessive,attente all'evoluzione dei _problemi in maniera coerente,cristallina,morale e cosi'via.non basta tricerarsi dietro una noiosa ed infantile ripetnizione di essere stati eletti dal popolo.il popolo e'sovrano;mentre i signori e rispettabilissimi governanti sono dei delegati e quindi il potere che esercitano non puo'essere tradito e trav isato perche',in questo caso, risulta molto opportuna una meravigliosa affermazione dello scienziato albert einstein(ulm 1879-princeton 1955)profeta del xx e di questo caotico inizio del xxi.essa ,cosi',recita:"il mondo va alla rovescia per colpa dei malfattori che ci governano e la responsabilita'e'delle pers one per bene che stanno a guardare e non intervengono".ebbene io sono un kantiano convinto e quindi la mia coscienza morale mi suggerisce di denuciare all'opinione pubblica attenta e non add ormentata nel cuore e nella mente di svegliarsi e reagire e scegliere,con senso di responsabilita',persone che non siano ridicoli imbonitori politici e che,spdoratamente tradiscono il"verum"per crearsi falsi alibi di credibilita'intelligenti pauca.

    Commento inserito: mercoledì 16 marzo 2011 alle ore 10:51
    Da: Claudio Cavaliere:Il Moschettiere Del
  • spero che ce la ricorderemo tutti quando andremo a votare per il referendum sul nucleare !!!!

    Commento inserito: mercoledì 16 marzo 2011 alle ore 9:54
    Da: Francesca
  • Credo che più innovativo del nucleare sia una coscienza sociale del risparmio energetico, della raccolta differenziata, delle fonti energetiche alternative... Il cielo sopra di me, la legge morale dentro di me.

    Commento inserito: mercoledì 16 marzo 2011 alle ore 9:50
    Da: Monica Romitelli
  • L'uomo non è il costruttore dell'energia nucleare, o dell'energia della vita, o dell'energia della natura, può usare parzialmente di tutte queste potenzialità, può far dei calcoli di probabilità compatibilmente col breve arco della sua conoscenza di tutte queste energie, ma non potrà mai esserne il signore, non conoscendone se non per infinitesimali spazzi, gli elementi primordiali.

    Commento inserito: mercoledì 16 marzo 2011 alle ore 9:10
    Da: Rosanna
  • ...in questa enunciazione non vedo un aforisma in quanto riferito ad un solo fatto specifico..

    Commento inserito: mercoledì 16 marzo 2011 alle ore 7:23
    Da: Anselmo

Preferisci lasciare un commento attraverso Facebook?
La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i