DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Commenti alla frase di Gesualdo Bufalino

Gesualdo Bufalino

  • Il peccato è come una figurina "Panini" che va appiccicata sull'album dei peccati poi quando lo avrai completato ti presenterai a Dio per ritirare il tuo nobile premio ma se nella vita hai rubato sul serio sì pietre in faccia prenderai perché il peccato è bello se ti fa stare bene ma se ti fa stare male che ti morde la coscienza vuol dire che hai fatto l'infame e hai tirato pietre in faccia a chi era più bello di te perché non era un indegno come te che rubavi la vita degli altri fregandotene dei diritti d'autore e ora che hai finito di fare l'attore schifoso sei davanti a Dio per dirgli che lo hai fatto solo per meritarti la pena di vivere ma dal momento in cui il peccato si trasforma in colpa tu ti perdi nel labirinto dell'essere per via della tua anima diventata oscura.

    Commento inserito: sabato 18 settembre alle ore 21:01
    Da: Gianni
  • Ha detto una grande bischerata. Il concetto di peccato è antico quanto l'uomo, quello che lui dice è la rivisitazione dell'uomo moderno che ha perso la dimensione del "sacro" e che pretende di avere delle verità assolute di un "assoluto" nato qualche decennio fa...

    Commento inserito: sabato 18 settembre alle ore 12:21
    Da: Silvio
  • Il peccato è ciò che hanno inventato tutte le religioni e motivo per cui i loro diretti rappresentanti, nel corso della storia, li abbiamo visti fungere da giudici, commercianti, mercenari, colonizzatori e tanto ancora, facendo credere ai loro seguaci di fare cosa giusta e farla per diritto acquisito. Peccato si siano scordati di non essere immuni e che, se il loro credo è sincero, saranno giudicati anche loro, se non in terra, allora nel regno dei cieli. La vita è già per tutti un campo di battaglia dove si alternano vincite e perdite e non è proprio necessario che un nostro simile ci faccia avere sensi di colpe per ciò che già la vita ci presenta un conto salato.

    Commento inserito: sabato 18 settembre alle ore 9:01
    Da: Gladys Bozanic
  • Vivere senza peccato è il peccato più grande
    Octo

    Commento inserito: sabato 18 settembre alle ore 8:13
    Da: Octo Genarius
  • Come quelle di ieri, scritte da Kraus, anche quelle di oggi sono parole e concetti di un'asprezza inaudita, di un "comodo" esagerato e inaccettabile, prodotte da un uomo che non accetta l'oggettiva esistenza del male e la capacità di ogni essere umano di compierlo e questo, per scelta. La vita è un dono che molti sprecano, attribuendo ad altri o ad altro, la fatica dello stesso vivere. Attuare il bene è un merito, attuare il male un peccato. Per coloro che hanno fede ma, a dirla tutta, anche secondo una logica esistenziale, le scelte dell'uomo, di ogni uomo, sono soggette a merito o a castigo e questo, sia che venga accettato o negato.

    Commento inserito: sabato 18 settembre alle ore 7:00
    Da: Giusy

Preferisci lasciare un commento attraverso Facebook?
La tua opinione è importante!

Ricevi gli aggiornamenti

Inserisci la tua migliore e-mail