DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Commenti alla frase di Winston Churchill

Winston Churchill

  • Un prigioniero di guerra che ti chiede di non ucciderlo forse non voleva ucciderti ed era solo costretto a ciò che non voleva per non passare da disertore e fare una fine peggiore nel proprio paese.

    Commento inserito: giovedì 4 marzo alle ore 20:08
    Da: Gianni
  • Churchill parlava del conflitto contro la Germania nazista che aveva attaccato. Mi piacerebbe avergli chiesto cosa pensava dei prigionieri indiani che lottavano per la libertà...
    In realtà la civiltà di un popolo si vede anche da come tratta i prigionieri.

    Commento inserito: giovedì 4 marzo alle ore 17:24
    Da: Oleg Missikoff
  • E se quel prigioniero voleva ucciderti solo perché tu mister Churchill, lo volevi uccidere (per difenderti, ovviamente) ?

    Commento inserito: giovedì 4 marzo alle ore 9:51
    Da: Giovanni Peis
  • In guerra i prigionieri possono rivelarsi utili per il loro veleno, come i serpenti.

    Commento inserito: giovedì 4 marzo alle ore 7:57
    Da: Graziano Sarritzu
  • Lessi con ammirazione la sua autobiografia (che consiglio!) e non penso che fosse tanto fesso da pensar veramente quanto in questa frase!
    Un prigioniero di guerra è un uomo MANDATO A (e spesso anche stato convinto di dover) UCCIDERTI e CHE NON HA SCELTA, salvo il plotone d'esecuzione, come alcuni EROI han scelto.
    E NON È LUI a chiederti di non venir ucciso ma i politici che lo han mandato e che devon rispondere ai loro elettori.
    Il 'piacere' vien concordato usualmente prima dell'inizio del conflitto e talvolta persino rispettato dal vincente (quando sia un leale galantuomo) anche per non render eccessivamente impopolari le guerre ed invise ai… possibili futuri prigionieri.
    Vallo a spiegare ai russi, per far un esempio massiccio!

    Commento inserito: giovedì 4 marzo alle ore 7:50
    Da: Gianmarco Tavazzani

Preferisci lasciare un commento attraverso Facebook?
La tua opinione è importante!

Ricevi gli aggiornamenti

Inserisci la tua migliore e-mail