DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Dialogo dal film Train de vie - Un treno per vivere

Schlomo: Smettila. Lo hai salvato. Ormai è fatta. Tutti sono fieri di te. Presto saremo in Russia, liberi.

Mordechai: Fieri di me? Non mi amano, qualunque cosa faccia.

Schlomo: Cosa dici?

Mordechai: La verità. Nessuno alzerebbe un dito per difendermi, in caso di pericolo. Nessuno, capisci? Neanche Sami, il mio stesso figlio. Quando mi trovo in prima linea di fronte ai tedeschi, sento tutta la comunità dietro di me, tutta la comunità sta lì con il fiato sospeso. Hanno paura per me? No. Tremano sperando che ce la faccia e che il treno riparta, è naturale. Ma immaginano anche il peggio e sai cosa li rallegra in questa idea del peggio? Che sia io il primo a rimetterci le penne!

Schlomo: Sai benissimo che non è vero.

Mordechai: Io ho solo ubbidito alla volontà del Rabbino e al consiglio dei saggi. E di Dio. Se sono diventato un vero nazista, non è stato per me ma per amore dei miei per condurli sani e salvi in Palestina. Perché adesso me lo rinfacciano?

Schlomo: Tu sei matto. Bruceresti i tuoi per difenderli? Li tratteresti come bestie? Li separeresti gli uni dagli altri, i bambini dai genitori, i fratelli dalle sorelle, i mariti dalle mogli, solo se il rabbino e il consiglio dei saggi te lo chiedessero? Faresti questo?

Mordechai: Sei tu matto? ma cosa dici? Io non do fuoco a nessuno, non maltratto nessuno! Tu deliri. È questo treno che è folle, che ci fa diventare tutti pazzi. E più di tutti quello che ha avuto questa idea.

Schlomo: Sono io.

Mordechai: Ah, sì? Allora è tutto normale.

Resta aggiornato sulle frasi dei film

Iscriviti alla NEWSLETTER

Commenti

Non ci sono commenti. Pubblica tu il primo.

Temi correlati

Questa frase è presente in:

Commenta

Train de vie - Un treno per vivere: approfondimenti

Leggi altri dialoghi, frasi celebri e curiosità tratte dal film Train de vie - Un treno per vivere:

Breve trama del film

[da Wikipedia]
Siamo in un villaggio ebraico dell'Europa dell'Est, nel 1941. Shlomo, lo schnorrer, il pazzo del villaggio, avvisa i suoi compaesani che nei villaggi vicini gli ebrei stanno venendo deportati dai militari nazisti. Si riunisce così il consiglio degli anziani che, grazie ad un'idea di Shlomo, decide di organizzare un finto treno di deportazione, che in realtà accompagni tutto lo shtetl in Palestina passando per l'Unione Sovietica. Ci si divide i compiti tra le parti dei militari nazisti (ebrei che dovranno travestirsi come i loro...leggi di più

Frasi di attori o personalità celebri correlate al film

Altri film da cui sono tratte celebri frasi e dialoghi

Scrivi un commento. La tua opinione è importante!

Ricevi gli aggiornamenti

Inserisci la tua migliore e-mail