DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Il sospetto

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 2 frasi relative al film Il sospetto. Leggile tutte.
Frasi di Il sospetto

Riassunto e trama del film Il sospetto

[da Wikipedia]

La giovane aristocratica inglese Lina Mackinlaw sposa contro il volere paterno John Aysgarth, un giovane che vive di espedienti.

Dopo il matrimonio, però, Lina si rende purtroppo conto che suo marito le sta mentendo su parecchie cose ed inizia così a maturare sempre più in lei il sospetto che John, in realtà, miri solo ad ucciderla per intascare l'assicurazione...

Un film diviso in 4 parti

Prima parte


"Un'affascinante storia d'amore che si svolge su un'aria di valzer". Introduzione con la scena del treno, la coppia si forma e si ama. La prima parte è rappresentata dal punto di vista del narratore.

Seconda parte


Il punto di vista è da quello della giovane donna. Il comportamento del marito risulta sempre più enigmatico, nonostante l'interpretazione dell'attore non sia minimamente cambiata. Nasce il sospetto e il sogno d'amore si trasforma in incubo.

Conclusione


Nel corso dell'ultima scena, in cima alla scogliera, il sospetto pare diradarsi, il marito si discolpa, ma il dubbio rimane. "Johnnie potrebbe aver nuovamente mentito. Il repentino salto verso l'innocenza è registrato con gli stessi movimenti riservati all'illustrazione delle menzogne".

Il finale


La scelta del finale fu laboriosa e non del tutto soddisfacente. Alma Reville e Joan Harrison avevano lavorato su diversi finali. A metà luglio del 1941 non era stato ancora deciso quale sarebbe stato scelto. Hitchcock confessò a Truffaut che la fine del film non gli piaceva e ne aveva pensata un'altra, sempre diversa da quella del romanzo.

Sequenze celebri

Diventò meritatamente celebre la scena in cui Cary Grant sale le scale per portare il bicchiere di latte, forse avvelenato, a Joan Fontaine, che giace ammalata nella camera da letto al piano superiore. Alfred Hitchcock raccontò a Truffaut che aveva fatto mettere dentro il bicchiere una luce perché bisognava che lo spettatore guardasse solo quello.[10] La sequenza è analizzata in un sito francese dedicato al film.

Suspense

Hitchcock crea la suspense sfruttando la soggettiva. Lo spettatore osserva il comportamento del protagonista dal punto di vista della moglie. La tensione nasce dal conflitto fra il desiderio di credere alle giustificazioni dell'uomo e di avere fiducia in lui e le ripetute smentite dei fatti che alimentano il dubbio e l'angoscia. L'altalena emotiva mina l'equilibrio psicofisico della donna e tiene avvinto lo spettatore in crescendo fino alla scena finale.

Premi Oscar 1942


  • Miglior attrice protagonista a Joan Fontaine

  • Nomination Miglior film

  • Nomination Miglior colonna sonora a Franz Waxman

Anno

1941 (80 anni fa)

Titolo originale

Suspicion

Genere

Thriller

Durata

99 minuti (1 ora e 39 minuti)

Regia

Alfred Hitchcock

Film di Alfred Hitchcock

Data di uscita

venerdì 14 novembre 1941

Poster e locandina

Attori del film Il sospetto

Cary Grant nel ruolo di Johnnie Aysgarth
Joan Fontaine nel ruolo di Lina McLaidlaw Aysgarth
Cedric Hardwicke nel ruolo di generale McLaidlaw
Nigel Bruce nel ruolo di Beaky Thwaite
May Whitty nel ruolo di Martha McLaidlaw
Isabel Jeans nel ruolo di signora Newsham
Heather Angel nel ruolo di Ethel
Auriol Lee nel ruolo di Isobel Sedbusk
Gavin Gordon nel ruolo di dottor Bertram Sedbusk
Reginald Sheffield nel ruolo di Reggie Wetherby
Leo G. Carroll nel ruolo di capitano George Melbeck

Doppiatori italiani

Emilio Cigoli nel ruolo di Johnnie Aysgarth
Anita Farra nel ruolo di Lina McLaidlaw Aysgarth
Nerio Bernardi nel ruolo di generale McLaidlaw
Felice Romano nel ruolo di Beaky Thwaite
Paola Barbara nel ruolo di Isobel Sedbusk

Biografie correlate al film Il sospetto

Sceneggiatura

Joan Harrison, Samson Raphaelson, Alma Reville

Soggetto

Anthony Berkeley Cox, romanzo

Musiche

Franz Waxman

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi gli aggiornamenti

Inserisci la tua migliore e-mail