DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Il traditore

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 6 frasi relative al film Il traditore. Leggile tutte.
Frasi di Il traditore

Riassunto e trama del film Il traditore

[da Wikipedia]

All'inizio degli anni '80, la Sicilia è capitale mondiale del traffico di droga, divisa tra famiglie di Cosa Nostra palermitane e corleonesi (di cui è leader Totò Riina (Nicola Calì) ), che lottano fra loro pur mantenendo una facciata di amicizia. Durante una festa a casa di Stefano Bontate tra boss di entrambi gli schieramenti, Tommaso Buscetta (Pierfrancesco Favino), un boss affiliato alla mala di Palermo, avverte il pericolo di una faida imminente e decide di emigrare in Brasile per seguire i suoi affari al sicuro. Le tensioni non tardano a manifestarsi e si scatena una serie di omicidi a boss mafiosi e familiari; i due figli di Buscetta e suo fratello, rimasti in Sicilia, vengono fatti sparire, e lui stesso si sente braccato in America Latina. Inoltre, la polizia brasiliana lo identifica e lo cattura, sottoponendolo a numerose torture fisiche e psicologiche, successivamente viene chiesta l'estradizione in Italia che Buscetta in un primo momento evita ingerendo della stricnina.

Ormai rimasto senza potere né denaro, Buscetta viene salvato e rimpatriato in Italia, finendo quindi nel mirino dei rivali corleonesi. Il giudice Giovanni Falcone (Fausto Russo Alesi) gli offre un'alternativa: collaborare con la giustizia, che per il codice d'onore mafioso equivale a un tradimento punibile con la morte. In una serie di interrogatori, Buscetta rivela al giudice nomi, organizzazione e rituali di Cosa Nostra, diventando così il primo collaboratore di giustizia della storia, benché abbia sempre rifiutato di definirsi un pentito; anche il suo vecchio compagno Totuccio Contorno inizierà a collaborare con la giustizia.

Grazie alle deposizioni di Buscetta e Contorno la polizia riesce a eseguire centinaia di blitz ed arresti che destabilizzano Cosa Nostra: nel 1986 ha inizio il maxiprocesso nell'aula-bunker di Palermo, del quale Buscetta è testimone chiave. Il processo va avanti tra il totale diniego degli imputati e la loro ipocrita pretesa di innocenza; molti chiedono un confronto diretto con Buscetta, ma tutti desistono dopo quello con Giuseppe Calò, suo amico di infanzia, che nega di conoscerlo. I mafiosi vengono condannati e giurano vendetta su Buscetta, che viene posto sotto protezione negli Stati Uniti d'America, dove tuttavia continua a sentirsi braccato e spesso è costretto a cambiare città. In Italia, intanto, molti suoi parenti incensurati vengono uccisi per ritorsione: una sua sorella, rimasta vedova, lo rinnegherà come fratello.

Nel maggio del 1992 il giudice Falcone viene assassinato in un brutale attentato; Buscetta decide di tornare in Italia -in suo onore- come testimone chiave del processo del secolo. Qui, tuttavia, viene messo in difficoltà dall'avvocato di Giulio Andreotti (Pippo Di Marca), che mette in luce le sue contraddizioni e la sua morale dubbia. Intanto viene arrestato Totò Riina, e nel corso del processo a suo carico, Buscetta apprende che i suoi figli sono stati uccisi mediante strangolamento dai vecchi amici Giuseppe Calò e Salvatore Cancemi, reo confesso. Buscetta si sente in colpa per aver abbandonato i suoi figli anziché portarli con sé in Brasile.

Buscetta vive i suoi ultimi anni sotto copertura negli Stati Uniti, dove muore nel 2000, circondato dall'affetto dei figli avuti dalla sua ultima moglie. In flashback rivive la storia di un attentato che doveva compiere nei confronti di un uomo, il quale, messo alle strette, è riuscito a farsi sempre scudo di suo figlio, fino a quando, nel giorno del matrimonio di quest'ultimo, viene assassinato a sangue freddo dopo che il figlio non era più nella sua stessa dimora.

Anno

2019

Genere

Biografico, Drammatico

Durata

135 minuti (2 ore e 15 minuti)

Regia

Marco Bellocchio

Film di Marco Bellocchio

Data di uscita

giovedì 23 maggio 2019

Poster e locandina

Attori del film Il traditore

Pierfrancesco Favino nel ruolo di Tommaso Buscetta
Maria Fernanda Cândido nel ruolo di Maria Cristina de Almeida Guimarães
Fabrizio Ferracane nel ruolo di Pippo Calò
Fausto Russo Alesi nel ruolo di Giovanni Falcone
Luigi Lo Cascio nel ruolo di Salvatore Contorno
Nicola Calì nel ruolo di Totò Riina
Giovanni Calcagno nel ruolo di Gaetano Badalamenti
Bebo Storti nel ruolo di avv. Franco Coppi
Gabriele Cicirello nel ruolo di Benedetto Buscetta
Paride Cicirello nel ruolo di Antonio Buscetta
Elia Schilton nel ruolo di giornalista
Alessio Praticò nel ruolo di Scarpuzzedda
Pier Giorgio Bellocchio nel ruolo di Cesare
Rosario Palazzolo nel ruolo di Gianni De Gennaro
Antonio Orlando nel ruolo di Michele
Fabrizio Romano nel ruolo di avvocato
Pippo Di Marca nel ruolo di Giulio Andreotti
Marilina Marino nel ruolo di donna di Buscetta

Trailer

Biografie correlate al film Il traditore

Sceneggiatura

Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo, Francesco La Licata

Soggetto

Marco Bellocchio

Musiche

Nicola Piovani

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i