DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

In Hell

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 10 frasi relative al film In Hell. Leggile tutte.
Frasi di In Hell

Riassunto e trama del film In Hell

[da Wikipedia]

Kyle Le Blanc (Jean-Claude Van Damme) è un operaio americano che vive momentaneamente in Russia insieme alla moglie per 6 mesi. Una sera mentre Kyle sta tornando a casa, sua moglie viene uccisa da un punk. Kyle è arrivato troppo tardi per vedere chi è l'assassino, e si dà così ad un rocambolesco inseguimento dove finisce per rompersi un braccio e la polizia erroneamente lo arresta per rissa.

Segue un processo in tribunale tra Kyle e l'assassino della moglie, ma l'assassino punk viene dichiarato non colpevole da un giudice corrotto. Kyle decide di farsi giustizia da sé, ruba la pistola ad una guardia ed uccide l'assassino nel tribunale stesso venendo così condannato all'ergastolo senza possibilità d'appello. Viene trasferito nella prigione di Kravavi, nella quale però si compiono dei combattimenti illegali tra i detenuti. Lì conosce Billy, un ragazzo che viene usato dalle guardie per fare da femmina ai combattenti per sfotterlo e 451, un misterioso detenuto di colore che ha inspiegabilmente ucciso i suoi precedenti compagni che tentavano di ucciderlo. Kyle si trova costretto a difendersi dalle prepotenze di altri detenuti, ed ogni volta viene trasferito nella "fossa", una sorta di cella di isolamento dove, dalla stanza accanto, si odono lamenti e pugni contro la parete; Kyle, dal canto suo, prende anch'esso a pugni la parete col solo scopo di fare smettere il misterioso individuo. Stanco dei soprusi, inizia a prepararsi fisicamente per poter partecipare allo "Sparka", ovvero il torneo di lotta che si svolge nella prigione. Il suo primo incontro vede come avversario il detenuto Andrei che abusa sessualmente di Billy. Inizialmente Kyle sembra avere la peggio, ma riesce a mettere spalle a terra l'avversario Andrei e a ucciderlo con un morso alla gola. I combattimenti si susseguono e Kyle diventa presto il campione della prigione, temuto e rispettato; il generale Hrusckow (ideatore del torneo) decide così di farlo combattere contro il campione di un'altra prigione. Nel frattempo Billy tenta un piano per la fuga, ma viene scoperto e messo a fare da femmina per Walya, il campione ospite; Billy si rifiuta e viene, di conseguenza, pestato a sangue, ma poco prima di morire riesce a convincere Kyle a non combattere più. Kyle, al momento dell'incontro con Walya il campione, si rifiuta di combattere e viene così punito, nella speranza di fargli cambiare idea. Gli altri detenuti lo emulano e si alleano tra di loro. Hrusckow, furioso, decide di sbarazzarsi di lui facendolo combattere contro un enorme ed orribile detenuto con sembianze animalesche. La sua potenza fisica unita alla volontà di Kyle a non combattere sembrano non dargli alcuna speranza ma, quando Kyle batte pugni contro la parete, il mostro lo libera da una presa alla gola che lo stava soffocando e anche lui prende a pugni la parete; Kyle capisce che il suo avversario è Milos, l'individuo della stanza accanto alla fossa. Il detenuto Milos mostra tenerezza per lui e decide anch'egli di non combattere più: scoppia così una rivolta in carcere, ma l'intervento delle autorità la placa così perdono la vita 8 persone tra cui 7 detenuti e 1 guardia. Qualche tempo dopo, 451 elabora un piano per far evadere Kyle da Kravavi e consegnare alle autorità un documento che testimoni di tutte le atrocità avvenute nella prigione, ma per metterlo in pratica Kyle dovrà combattere un'ultima volta. Combatte quindi contro Walya, il campione della prigione straniera e lo sconfigge, vendicando Billy. A questo punto viene preso in consegna dalle guardie per essere ucciso, ma 451 li coglie di sorpresa e lo fa fuggire; dopodiché sale nell'ufficio di Hrusckov e lo uccide. Tre mesi dopo, la prigione di Kravavi verrà sequestrata e il protagonista riscoprirà se stesso aiutato dal ricordo della moglie, che nel film prenderà metaforicamente le sembianze di una farfalla.

Anno

2003 (16 anni fa)

Titolo originale

In Hell

Genere

Azione, Drammatico

Durata

98 minuti (1 ora e 38 minuti)

Regia

Ringo Lam

Film di Ringo Lam

Data di uscita

sabato 14 giugno 2003

Poster e locandina

Attori del film In Hell

Jean-Claude Van Damme nel ruolo di Kyle Le Blanc
Lawrence Taylor nel ruolo di 451
Lloyd Battista nel ruolo di Generale Hrusckov
Carlos Gómez nel ruolo di Tolik
Manol Manolov nel ruolo di Ivan
Chris Moir nel ruolo di Billy Cooper
Billy Rieck nel ruolo di Cool Hand
Malakai Davidson nel ruolo di Malakai
Juan Fernández nel ruolo di Shubka
Raicho Vasilev nel ruolo di Andrej
Michael Bailey Smith nel ruolo di Valya
Asen Blatechki nel ruolo di Zarik
Marnie Alton nel ruolo di Grey Le Blanc

Doppiatori italiani

Andrea Ward nel ruolo di Kyle Le Blanc
Mario Bombardieri nel ruolo di 451
Gil Baroni nel ruolo di Generale Hrusckov
Ambrogio Colombo nel ruolo di Tolik
Luigi Morville nel ruolo di Billy Cooper
Maurizio Romano nel ruolo di Cool Hand
Elio Zamuto nel ruolo di Malakai
Antonio Palumbo nel ruolo di Shubkra
Saverio Indrio nel ruolo di Andrej
Massimiliano Plinio nel ruolo di Valya
Lucio Saccone nel ruolo di Zarik
Patrizia Pezza nel ruolo di Grey Le Blanc

Biografie correlate al film In Hell

Sceneggiatura

Eric James Virgets, Jorge Alvarez

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Loading...

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i