DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Lord of War

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 28 frasi relative al film Lord of War. Leggile tutte.
Frasi di Lord of War

Riassunto e trama del film Lord of War

[da Wikipedia]
Il giovane Yuri e la sua famiglia arrivano negli USA come emigrati dall'Ucraina. La sua famiglia si finge ebrea per ricevere condizioni immigratorie migliori. Si stabiliscono nella periferia di New York, nella cosiddetta Little Odessa di Brooklyn. Riescono a mandare avanti un ristorante, che considerano un investimento sicuro, "visto che la gente avrà sempre la necessità di mangiare". Un giorno, Yuri assiste ad un fallito omicidio nel quale un boss della Mafia russa riesce a sopravvivere e ad eliminare i suoi inetti esecutori, per poi girarsi, guardarlo fisso negli occhi ed in pochi secondi decidere di "graziare" il giovane testimone. Così, Yuri capisce improvvisamente che il suo compito è quello di soddisfare un altro bisogno umano: le armi.

Poco dopo l'inizio della sua carriera come mercante, Yuri contatta ad una fiera di armi l'esperto mercante Simeon Weisz (Ian Holm), chiedendogli di diventare socio nel "business". Weisz lo deride seccamente come un dilettante, dicendogli che lui e Yuri "non sono nello stesso business". Allora lui continua la sua piccola attività assieme al fratello Vitaly (Jared Leto), e lentamente i due cominciano a scalare il mondo del traffico d'armi. Yuri mantiene identità multiple e documenti vari (spesso falsificati) in un grosso container blindato. Da piccolo commerciante comincia ad espandersi con la vendita di fucili americani M16 che rimanevano dalla guerra del Libano del 1982.

Espandendosi nel commercio, Yuri parla del suo primo incontro/scontro con Jack Valentine (Ethan Hawke) (Ethan Hawke), un solerte agente della Interpol. Il fatto avviene quando Yuri si trova a bordo della nave porta-container Kristol contrabbandando armi. Chiama con il telefono satellitare un ignoto ed "oscurato" agente doppio-giochista che via radio contatterà l'aliscafo dell'Interpol e toglierà Yuri dai guai rivelando la presenza della nave Kristol a sud di Aruba. Comunque, Yuri fa cambiare istantaneamente il nome della nave in Kono ed utilizza una bandiera della Francia messa di lato per farla sembrare una bandiera dei Paesi Bassi, ed anche se Jack Valentine sembra poco convinto, una serie di fortunate coincidenze rende la messinscena di Yuri credibile.

Pagato da un narcotrafficante con 6 kg di cocaina, Vitaly diventa tossicodipendente, e dopo poco tempo Yuri dovrà internarlo in un centro di recupero. Da quel momento Yuri comincia a condurre il business delle armi da solo. Poco dopo questo episodio, comincia a fare la corte ad Ava Fontaine, una modella sulla cresta dell'onda. Dopo averla ingaggiata per 20.000 $ per un falso servizio fotografico in un'isola dei Caraibi e dopo aver affittato un intero albergo comincia a corteggiarla, ed infine accetterà di sposarlo e di avere un figlio con lui.

Yuri vede una grande occasione per il suo commercio quando l'Unione Sovietica si dissolve nel 1991. Dopo il fallito golpe eseguito da comunisti nel 1991, Michail Gorbačëv appare alla televisione sovietica nel giorno di Natale del 1991, e fa un discorso in cui si annuncia lo smembramento dell'Unione Sovietica e il passaggio di consegne ai vari governi delle singole Repubbliche Socialiste. Allora telefona allo zio Dimitri, un generale dell'Armata Rossa dislocato in Ucraina, allora abbandonato in un limbo burocratico, dal momento che il nuovo governo ucraino non possedeva un ministero della difesa ed i militari non avevano una catena di comando superiore. Coinvolgendolo nei suoi affari, Yuri compra i carri presenti nei depositi diretti da Dimitri ed i fucili-mitragliatori, e allo stesso tempo, Jack Valentine riesce ad incastrarlo quando Yuri dirige l'imbarco di armi, assieme ad un vecchio modello di elicottero Mil Mi-24 Hind in una nave russa diretta al Burkina Faso. Yuri grazie ad un escamotage giuridico disarma l'elicottero perché se le armi vengono rimosse e spedite come rottami metallici separatamente, non vìola la legge.

Poco dopo lo zio Dimitri viene assassinato dall'esplosione di un'autobomba (la sua stessa Rolls-Royce, nuova di zecca, da poco ricevuta in regalo da Yuri), con gravi indizi che portano a Weisz, il mercante che derise il nipote molti anni prima. Prima, durante una cena, Yuri aveva confidato di aver superato Weisz negli affari perché quest'ultimo vendeva secondo le sue ideologie, ad esempio alla CIA per combattere l'URSS. Weisz definisce come "caos" questa nuova situazione e propone a Yuri di diventare suo socio, ma questi rifiuta. Yuri comincia a vendere armi al dittatore africano della Liberia, André Baptiste (forse basato su Charles Taylor). Jack Valentine continua la sua indagine su Yuri, confidando che prima o poi commetterà un errore. Dopo la faticosa ricostruzione di documenti lacerati in strisce sottili contenuti nella spazzatura di Yuri, Valentine scopre che Yuri Orlov (Nicolas Cage) si appresta a spedire un carico di armi nella Sierra Leone.

L'aereo cargo di Yuri, un Antonov An-12, viene intercettato da un caccia Aero L-39. Yuri chiede al pilota di fare atterrare il cargo su una strada di argilla e sabbia. Dopo l'atterraggio Yuri trova un modo per fare sparire l'evidenza e offre l'intero contenuto in armi dell'aereo alla popolazione. Quando Jack Valentine arriva, l'aereo è vuoto, e non esiste alcuna prova che dimostri che conteneva un carico d'armi. Infuriato, Jack decide di ammanettare per 24 ore Yuri, e di abbandonarlo ammanettato in mezzo alla savana. A quei tempi, Yuri ha stabilito un eccellente rapporto d'affari con André Baptiste, ma rimane scioccato quando Baptiste cattura l'anziano mercante e concorrente Weisz (probabile assassino dello zio Dimitri) e glielo consegna legato come un omaggio. Baptiste mette in mano una pistola a Yuri e lo invita ad uccidere Weisz. Quando Yuri si rifiuta, Baptiste prende un lato della pistola, infila il dito nel grilletto e comincia lentamente a premerlo, puntando la pistola alla testa di Weisz. Dice a Yuri "dimmi "fermati" in qualsiasi momento ed io non lo ucciderò", ma Yuri lo sussurrerà soltanto dopo lo sparo.

Sua moglie, insospettita dalla sempre più pressante presenza della polizia che indaga sul marito, dopo una visita di Valentine scopre l'attività criminosa di Yuri. Questi all'inizio accetta, investendo l'enorme fortuna accumulata in attività oneste. Alla fine però cede alla tentazione, mentre Andrè è in visita a New York al palazzo delle Nazioni Unite, e lo prega di tornare in affari con lui. Yuri riparte per andare in Sierra Leone, ma Ava, tenuta all'oscuro, lo segue di nascosto fino al porto dove scopre il container in cui, per anni, Yuri aveva tenuto tutti i suoi segreti sul lavoro e sulle sue multiple identità, nonché un quadro di Ava, ufficialmente comprato da un ignoto mecenate. Il nuovo incarico di Yuri consiste nel fornire alla Sierra Leone un'ingente quantità di armi. Quando sta per concludere la trattativa, il fratello Vitaly, che intuisce che la partita di armi che i due stanno vendendo servirà a sterminare un accampamento di profughi, ha però una crisi di coscienza. Cercando di distruggere il carico d'armi rimane ucciso. Per una serie di coincidenze, questo porta Yuri ad essere arrestato dall'agente Valentine, dal momento che un proiettile verrà trovato nella salma, durante un controllo aeroportuale, mentre "ufficialmente" Vitaly era morto per attacco di cuore. Ormai Yuri è in stato di fermo, con Vitaly morto, Ava e Nicolai che lo hanno abbandonato e i genitori che lo ripudiano. Interrogato, si dice convinto che grazie ai contatti in alto loco riuscirà ad uscire di galera, ed infatti è proprio questo ciò che avviene. Valentine si rende conto che ciò che gli ha detto Yuri è vero, e che gli sforzi per la sua cattura sono stati vani, ma anche che la vita dell'uomo è ormai ridotta ad un inferno pur non andando in prigione.

Anno

2005 (13 anni fa)

Titolo originale

Lord of War

Genere

Drammatico

Durata

122 minuti (2 ore e 2 minuti)

Regia

Andrew Niccol

Film di Andrew Niccol

Data di uscita

venerdì 16 settembre 2005

Poster e locandina

Attori del film Lord of War

Nicolas Cage nel ruolo di Yuri Orlov
Ethan Hawke nel ruolo di Jack Valentine
Jared Leto nel ruolo di Vitaly Orlov
Sake Tukhmanyan nel ruolo di Irina Orlov
Jean-Pierre Nshanian nel ruolo di Anatoly Orolv
Bridget Moynahan nel ruolo di Ava Fontane
Jasper Lenz nel ruolo di Gregor
Kobus Marx nel ruolo di Boris
Stephan De Abreu nel ruolo di Liev
Jeremy Crutchley nel ruolo di Mercante d'armi in fiera
Ian Holm nel ruolo di Simeon Weisz
Tanya Finch nel ruolo di Ingrid
Eamonn Walker nel ruolo di Andrè Baptiste sr.
Tanit Phoenix nel ruolo di Candy

Biografie correlate al film Lord of War

Soggetto e sceneggiatura

Andrew Niccol

Musiche

Antonio Pinto

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Loading...

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i