DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Seven Sisters

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 13 frasi relative al film Seven Sisters. Leggile tutte.
Frasi di Seven Sisters

Riassunto e trama del film Seven Sisters

[da Wikipedia]

Nel 2073 il pianeta si trova in una situazione di sovrappopolazione dovuto ad un critico aumento dei parti gemellari e plurigemellari, a loro volta sopraggiunti a causa degli effetti collaterali dei nuovi ortaggi OGM introdotti per scongiurare la fame nel mondo. Per combattere lo sovrappopolazione il governo della Federazione Europea, sotto la spinta dell'attivista ecologa conservativa Nicolette Cayman (Glenn Close), instaura la legge del figlio unico, secondo la quale tutti i fratelli e sorelle vengono prelevati da un organo preposto, chiamato "Bureau per il controllo delle nascite" (Child Allocation Bureau, CAB), ibernati e messi in stato di sonno criogenico, nel quale resteranno in attesa di una soluzione al problema; inoltre ad ogni persona viene consegnato un bracciale speciale contenente tutti i dati di quella persona e un localizzatore.

In questo contesto, Karen Settman muore di parto dando alla luce, in una clinica abusiva, sette gemelle omozigote che vengono nascoste ed allevate da suo padre Terence. Egli dà ad ognuna il nome di un giorno della settimana e permette loro di uscire di casa nel giorno corrispondente al loro nome. Fuori dalle mura di casa esse condividono l'identità della madre Karen Settman. Un sabato Giovedì esce di nascosto dal nonno e dalle sorelle per andare a giocare con lo skateboard ed ha un incidente che le provoca la perdita di una falange dell'indice sinistro: Terence è dunque costretto a recidere la stessa falange alle restanti sorelle.

Le sette sorelle, identiche fisicamente in tutto e per tutto, hanno svilupato fin da bambine dei caratteri (e look) differenti: Lunedì è sicura di sé e cinica; la debole Martedì trova conforto alla pazzesca situazione assumendo droghe, al contrario di Mercoledì che si rifugia nell'allenamento fisico esasperato; l'esuberante Giovedì ha un difficile carattere ribelle; la geniale Venerdì è la più timida delle sette (nonché esperta hacker); Sabato invece parrebbe la classica femme fatale; Domenica la più dolce e materna del gruppo.

Arrivata ai 30 anni, Lunedì è preoccupata per un discorso che deve tenere (nei panni di Karen) nella banca per cui lavora, a cui potrebbe seguire una possibile promozione. La mattina del discorso in questione Lunedì ha un'indigestione, ma decide comunque di andare al lavoro e di tenere il discorso; la sera, però, non fa ritorno a casa, cosa che – sottolineano le sorelle – non è mai avvenuta. Il giorno successivo Martedì (nei panni di Karen) indaga sui movimenti della sorella ed i sospetti delle sei donne ricadono su Jerry (Pål Sverre Hagen), il collega di lavoro in lizza per la promozione che Lunedì, sotto il nome di Karen, è riuscita ad ottenere. Consultatasi con le sorelle, Martedì decide di tentare di interrogare Jerry ma non ne ha l'occasione: viene infatti catturata e portata al cospetto di Nicolette Cayman, la quale le rivela di conoscere la verità. Ella ordina ad alcuni suoi seguaci di ucciderla e manda una squadra di mercenari all'appartamento delle Settman. Le cinque sorelle giocano di squadra e si battono duramente, uccidendo i tre assalitori; durante lo scontro Domenica viene colpita da un proiettile vagante e muore sotto gli occhi delle quattro sorelle in lacrime. Venerdì trova nella tasca di uno degli assalitori un occhio umano che i tre hanno utilizzato per entrare in casa attraverso lo scanner ottico all'ingresso, e scopre che si tratta di quello di Martedì. Il mancato arrivo di rinforzi convince le sorelle che l'attacco non possa provenire dal Bureau.

Il giorno seguente Mercoledì si reca all'appartamento di Jerry per torchiarlo e qui quest'ultimo dice di essere venuto a conoscenza di uno spostamento illegale di denaro a favore di Nicolette Cayman avvenuto per mano di Karen. Subito dopo Jerry viene assassinato da un tiratore scelto e l'appartamento viene preso d'assalto da quattro mercenari mandati dalla Cayman: Mercoledì riesce ad ucciderli ed a fuggire seguendo le indicazioni di Venerdì che da casa Settman riesce a rilevare la sua posizione e ad avere una mappa completa della città. Dopo un lungo inseguimento, Mercoledì giunge a un tetto, dal quale deve saltare per riuscire ad arrivare a un altro che la porterà a casa, ma viene braccata da Joe (Christian Rubeck), il braccio destro della Cayman, che le spara facendola precipitare nel vuoto, sotto lo sguardo impietrito delle sorelle, collegate via web.

Nel frattempo Adrian Knowles (Marwan Kenzari), un agente del Bureau, si presenta alla porta di casa Settman: Sabato lo accoglie ed appare subito evidente che l'uomo ha una relazione con una delle sorelle. Su consiglio di Venerdì e Giovedì, la ragazza si reca con Adrian (convinto che Sabato sia la sua ragazza che ha solo cambiato look) sia per scoprire con chi egli avesse in effetti una relazione, sia per poter bucare il sistema informatico dell'ufficio controllo nascite grazie a un chip inserito nel suo bracciale da Venerdì. Dopo un rapporto sessuale (il primo per Sabato, nonostante si vantasse con le sorelle della sua esperienza), la donna scopre che Adrian ha una relazione con Lunedì. Poco dopo altri soldati giungono nell'appartamento di Adrian ed uccidono a sangue freddo Sabato mentre Giovedì e Venerdì assistono sconcertate in collegamento video.

Le due sorelle, grazie a Sabato, che era riuscita con il suo bracciale a bucare il sistema, scoprono che Lunedì è viva e tenuta prigioniera all'ufficio controllo nascite. Avviene un secondo assalto a casa Settman, nel corso del quale Venerdì si sacrifica per salvare tutti i ricordi della loro vita trasferendoli nel bracciale di Giovedì; quest'ultima prega la sorella di non farlo, ma Venerdì confessa di non poter vivere senza la sua famiglia al completo e ammette tristemente di non essere forte come loro sei.

Giovedì, dopo un pianto esasperato per la perdita di quattro delle sue sorelle, riesce a catturare Adrian e, rivelatagli la verità, ad ottenere il suo aiuto allo scopo di salvare Lunedì: per amore di Karen, l'uomo accetta. Adrian riesce a tramortire i suoi colleghi delegati a portare il corpo di Venerdì all'interno del Bureau, e con il sacco col cadavere di Venerdì (in realtà Giovedì viva) penetra nei meandri dell'Ufficio controllo nascite; qui i due scoprono che non esiste alcuna ibernazione: i fratelli e le sorelle vengono sedati ed inceneriti vivi. Giovedì registra tutto col bracciale e, prima che venga a sua volta incenerita, neutralizza con l'aiuto di Adrian i due tecnici addetti all' "ibernazione".

I due cercano Lunedì e scoprono che in realtà è Martedì quella ad essere rinchiusa, che non era stata uccisa ma privata del suo occhio sinistro, utilizzato per aprire la porta di casa Settman. Giovedì e Adrian la liberano ed escogitano un piano: Giovedì, vestitasi da Karen Settman (utilizzando abito e parrucca che indossava Martedì, nei panni di Karen, quando è stata catturata), si reca alla conferenza nella quale Nicolette Cayman sta tenendo un discorso al fine di propagandare la propria candidatura al parlamento e sostenere la promulgazione di una nuova legge che permetta di avere figli solo a coloro che hanno i mezzi economici necessari a mantenerli in adeguate condizioni. Nel mentre Martedì e Adrian si adoperano per hackerare i server della struttura in modo da pubblicare il video che Giovedì ha precedentemente registrato fingendosi morta, in cui viene mostrato l'incenerimento di una bambina.

Al fine di evitare la Cayman, Giovedì si reca in bagno dove, sorprendentemente, viene raggiunta da una incolume Lunedì, che, apparentemente folle, afferma di essere l'unica Karen Settman, rivendicando il proprio diritto in quanto primogenita ed affermando che le sorelle non sono altro che "placenta di scarto". Giovedì si rende conto del tradimento della sorella e che per colpa sua Domenica, Mercoledì, Venerdì e Sabato sono morte. Lunedì impugna la pistola del nonno e la punta alla sorella, ma Giovedì riesce a togliergliela dalle mani; le due ingaggiano una dura lotta corpo a corpo che vede Giovedì prevalere poiché Lunedì, durante la colluttazione, si spara un proiettile nella spalla. Nel frattempo il piano ha successo e Martedì riesce a pubblicare il video: tutti scoprono chi è la vera Nicolette Cayman.

Finale

Ferita, Lunedì giunge nella sala conferenze e punta la pistola contro la sorella ma viene ferita a morte da Joe il quale viene a sua volta ucciso da Adrian. Lunedì fa capire alla sorella che è incinta e la supplica di salvare le creature che porta in grembo. In quel momento Giovedì e Martedì capiscono che Lunedì si era solo innamorata, era rimasta incinta ma, consapevole che le sarebbero stati portati via i bambini, aveva fatto di tutto per ottenere la promozione: aveva stretto un accordo con la Cayman, secondo il quale avrebbe versato sul suo conto milioni di euro e le sorelle sarebbero state "addormentate" (non sapendo che in realtà sarebbero state incenerite); in compenso, la Cayman le avrebbe permesso di tenere i suoi gemelli.

La legge del figlio unico viene così abrogata e Nicolette Cayman condannata a morte. Quest'ultima, in un discorso pubblico, afferma che il suo unico rammarico è che il mondo verrà distrutto poiché solo lei aveva la forza di compiere gli atti necessari a salvare l'umanità: effettivamente con l'abolizione della legge Cayman la popolazione ha ripreso a crescere. L'ultima scena vede Martedì, che ora ha un occhio artificiale e si fa chiamare Terry (dal nome di suo nonno Terence), Adrian e Giovedì, che ha adottato il nome di sua madre Karen, che osservano i due gemelli di Lunedì all'interno di una incubatrice, circondati da numerosi neonati.

Curiosità


  • Il titolo iniziale del film doveva essare Seven Sisters anziché What Happened to Monday.

  • La sceneggiatura originale è entrata nella Black List delle migliori sceneggiature non prodotte.

  • Tale sceneggiatura fu concepita nel 2001 dallo sceneggiatore Max Botkin e prevedeva sette fratelli invece che sette sorelle.

  • Quando il regista Tommy Wirkola si unì al progetto, decise di traslare la storia al femminile e di contattare Noomi Rapace per il ruolo.

Anno

2017 (4 anni fa)

Titolo originale

What Happened to Monday

Genere

Avventura, Azione, Fantascienza, Drammatico, Giallo, Thriller

Durata

123 minuti (2 ore e 3 minuti)

Regia

Tommy Wirkola

Film di Tommy Wirkola

Data di uscita

venerdì 18 agosto 2017

In Italia: giovedì 30 novembre 2017

Poster e locandina

Attori del film Seven Sisters

Noomi Rapace nel ruolo di sorelle Settman
Clara Read nel ruolo di sorelle Settman bambine
Willem Dafoe nel ruolo di Terence Settman
Glenn Close nel ruolo di Nicolette Cayman
Marwan Kenzari nel ruolo di Adrian Knowles
Pål Sverre Hagen nel ruolo di Jerry
Christian Rubeck nel ruolo di Joe
Tomiwa Edun nel ruolo di Eddie
Robert Wagner nel ruolo di Charles Benning
Vegar Hoel nel ruolo di capo squadra SWAT

Doppiatori italiani

Joy Saltarelli nel ruolo di sorelle Settman
Veronica Cuscusa nel ruolo di sorelle Settman bambine
Mario Cordova nel ruolo di Terence Settman
Ludovica Modugno nel ruolo di Nicolette Cayman
Andrea Ward nel ruolo di Adrian Knowles
Mattia Ward nel ruolo di Jerry
Massimo De Ambrosis nel ruolo di Joe
Alessandro Campaiola nel ruolo di Eddie

Trailer

Biografie correlate al film Seven Sisters

Sceneggiatura

Max Botkin, Kerry Williamson

Musiche

Christian Wibe

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi gli aggiornamenti

Inserisci la tua migliore e-mail