DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Si può fare

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 10 frasi relative al film Si può fare. Leggile tutte.
Frasi di Si può fare

Riassunto e trama del film Si può fare

[da Wikipedia]

1983, Milano. Nello (Claudio Bisio) è un sindacalista che dopo aver scritto un libro sul mondo del mercato viene attaccato duramente dai "compagni"; viene quindi trasferito alla Cooperativa 180, una delle tante sorte dopo la legge 180 per accogliere i pazienti dimessi dai manicomi. Dopo alcuni attriti iniziali con i pazienti, Nello decide di far capire loro il vero spirito di una cooperativa coinvolgendoli maggiormente.

Ascoltando le idee di tutti, in un'assemblea viene presa la decisione di abbandonare il lavoro assistenziale e di entrare nel mercato diventando posatori di parquet: ogni paziente ricoprirà un ruolo all'interno della cooperativa secondo le proprie caratteristiche. Dopo il primo lavoro, fallito per inesperienza, riescono a ottenere un appalto in un atelier d'alta moda. Il giorno della scadenza della consegna finisce il legno: così Luca (Giovanni Calcagno) e Gigio (Andrea Bosca), vista anche la loro abilità artistica, decidono di usare gli scarti per realizzare un pannello raffigurante una stella e coprire così l'intero pavimento. L'idea, oltre a venire molto apprezzata, si fa strada e la cooperativa ottiene sempre più appalti.

Nello si rende conto che c'è bisogno di ridurre il dosaggio dei farmaci, ma a questo il dott. Del Vecchio si oppone fortemente. A questo punto Nello si affida al dott. Furlan e con i fondi ricevuti dall'Unione europea i soci si trasferiscono in una nuova sede. Quando tutto sembra andare per il meglio avviene una tragedia: nel frattempo, infatti, Gigio si innamora di Caterina (Maria Rosaria Russo), una ragazza per la quale ha lavorato, che poi invita lui e Luca ad una festa in casa sua; quella sera però vengono derisi dagli amici di Caterina, Luca perde il controllo e scatta una piccola rissa. In questura Gigio sente Caterina che, mentre cerca di far ritirare la denuncia, li definisce "poveracci" e lascia intendere di non aver dato molta importanza al bacio che aveva dato a Gigio; a seguito di ciò Gigio si suicida e il fatto viene imputato anche alla riduzione elevata dei farmaci.

Sembra la fine di un sogno: i pazienti vengono riportati nella vecchia sede sotto l'assistenza del dott. Del Vecchio, che però ammette di aver riscontrato dei miglioramenti del loro stato psichico dovuti all'attività lavorativa. La cooperativa ottiene un grosso appalto a Parigi per decorare le fermate della nuova linea metropolitana. Il film si chiude mostrando i numerosi pannelli già pronti e l'arrivo di nuovi soci da altri manicomi.

Inoltre nei titoli di coda viene specificato che a Pordenone c'è davvero una piccola azienda di parquet che ospita persone che sono state nei manicomi e che dice davvero "si può fare" ai lavoratori.

Anno

2008 (11 anni fa)

Titolo originale

Si può fare

Genere

Commedia, Drammatico

Durata

111 minuti (1 ora e 51 minuti)

Regia

Giulio Manfredonia

Film di Giulio Manfredonia

Data di uscita

venerdì 31 ottobre 2008

Poster e locandina

Attori del film Si può fare

Claudio Bisio nel ruolo di Nello
Anita Caprioli nel ruolo di Sara
Andrea Bosca nel ruolo di Gigio
Giovanni Calcagno nel ruolo di Luca
Michele De Virgilio nel ruolo di Nicky
Carlo Giuseppe Gabardini nel ruolo di Goffredo
Andrea Gattinoni nel ruolo di Robby
Natascia Macchniz nel ruolo di Luisa
Rosa Pianeta nel ruolo di Enrica
Daniela Piperno nel ruolo di Miriam
Franco Pistoni nel ruolo di Ossi
Pietro Ragusa nel ruolo di Fabio
Franco Ravera nel ruolo di Carlo
Maria Rosaria Russo nel ruolo di Caterina
Bebo Storti nel ruolo di Padella
Ariella Reggio nel ruolo di madre di Gigio
Giulia Steigerwalt nel ruolo di Chiara
Tony D'Agostino nel ruolo di Scorbutico
Giuseppe Battiston nel ruolo di Dottor Federico Furlan
Giorgio Colangeli nel ruolo di Dottor Del Vecchio

Biografie correlate al film Si può fare

Soggetto e sceneggiatura

Fabio Bonifacci

Musiche

Pivio e Aldo De Scalzi

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i