DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Rocky IV

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 15 frasi relative al film Rocky IV. Leggile tutte.
Frasi di Rocky IV

Riassunto e trama del film Rocky IV

[da Wikipedia]

Dall'Unione Sovietica arriva lo spietato pugile Ivan Drago (Dolph Lundgren), campione olimpico, il cui staff annuncia ai mass media americani di voler sfidare la boxe statunitense.

Apollo Creed (Carl Weathers), ferito nell'orgoglio, decide di affrontare il pugile russo in un incontro di esibizione. Rocky cerca intuilmente di persuadere l'amico a rinunciare. Apollo crede, infatti, che la sfida non sia un semplice incontro di boxe, ma un vero e proprio confronto fra Stati Uniti e Unione Sovietica. Inoltre Apollo, ritiratosi dalla boxe cinque anni prima, vuole essere protagonista ancora una volta di una nuova ed esaltante sfida.

Lo spettacolo viene organizzato in grande stile: Apollo arriva sul ring vestito con i colori della bandiera statunitense, scendendo da un colossale ascensore, con alle spalle una grande testa di toro sbuffante, in un tripudio di pubblico, ballerini e cantanti, tra cui spicca James Brown. Di contro, Drago è accolto dai fischi. Ma quella che doveva essere soltanto un'esibizione si trasforma in tragedia: Apollo, che inizialmente sembra reggere bene l'incontro, è ucciso al secondo round dai violenti colpi di Drago, impedendo a Rocky (che siede all'angolo come manager) di gettare la spugna.

Rocky, sconvolto, decide di vendicare l'amico, sfidando il russo un incontro non omologato per la federazione americana per l'assegnazione del titolo di campione mondiale. Rocky è però costretto ad accettare alcune condizioni: l'incontro si terrà a Mosca, di fronte al pubblico e alle autorità russe, il giorno di Natale, senza guadagnare alcun soldo.

Rocky, insieme a Paulie, Duke e successivamente Adriana, raggiunge la Russia per allenarsi in vista dell'incontro. Qui svolgerà un durissimo allenamento, parallelamente a Ivan Drago. Mentre il pugile russo è seguito da un'equipe medico-tecnica, utilizza macchinari d'allenamento all'avanguardia e si sottopone a frequenti dosi di steroidi e anabolizzanti (nonostante le accuse di doping fossero state rigettate in conferenza stampa), Rocky si allena solo con i suoi pochi amici-aiutanti, in un casolare in mezzo alla tundra: corre in mezzo alla neve, spacca legna, solleva pesi rudimentali e raggiunge a piedi la vetta di una montagna; il tutto sotto lo stringente controllo degli agenti segreti sovietici.

Il giorno del match Rocky è messo subito in difficoltà e appare inerme: il campione russo sembra invalicabile; ma, alla seconda ripresa, Rocky colpisce Drago con un destro violentissimo ferendolo al sopracciglio sinistro. Dopo questo evento, Rocky prende sempre più coraggio, anche incitato dal suo allenatore Duke che, da bordo ring, gli fa capire che anche l'avversario è un uomo e non una macchina.

Inizia così una battaglia fra i due: lo scambio di colpi fra i due atleti entusiama il pubblico ed impressiona le autorità presenti in tribuna che si aspettavano una facile vittoria del loro beniamino, ma che restano a bocca aperta constatando l'incredibile resistenza del pugile americano.

Nel corso dell'incontro, Drago perde progressivamente la sicurezza iniziale, mentre Rocky, al contrario, guadagna sempre più terreno e alla quindicesima ripresa, colpendo con tutte le sue forze residue, mette K.O. l'avversario.

Il pubblico, che gli era stato ostile all'inizio, a metà del match finisce per incitare Rocky, acclamandolo a gran voce dopo la vittoria. Nel suo discorso di ringraziamento, Rocky condanna apertamente l'odio fra russi ed americani, così come nel suo complesso ogni manifestazione di ostilità e di conflitto fra i popoli. Il premier russo (un sosia di Mikhail Gorbaciov), a quelle parole, è il primo ad applaudire questo inequivocabile segno di distensione fra i popoli, seguito dagli altri esponenti del Cremlino.

Anno

1985 (34 anni fa)

Titolo originale

Rocky IV

Genere

Drammatico, Sportivo

Durata

91 minuti (1 ora e 31 minuti)

Regia

Sylvester Stallone

Film di Sylvester Stallone

Data di uscita

giovedì 21 novembre 1985

Poster e locandina

Attori del film Rocky IV

Sylvester Stallone nel ruolo di Rocky Balboa
Talia Shire nel ruolo di Adriana Balboa
Burt Young nel ruolo di Paulie Pennino
Carl Weathers nel ruolo di Apollo Creed
Brigitte Nielsen nel ruolo di Ludmilla Vobet Drago
Dolph Lundgren nel ruolo di Ivan Drago
Tony Burton nel ruolo di Tony "Duke" Evers
Michael Pataki nel ruolo di Nicoli Koloff
Sylvia Meals nel ruolo di Mary Anne Creed
Rocky Krakoff nel ruolo di Robert "Rocky" Balboa Jr.
Lou Filippo nel ruolo di Primo arbitro
Marty Denkin nel ruolo di Secondo arbitro
LeRoy Neiman nel ruolo di Primo annunciatore
James Brown nel ruolo di Sé stesso

Biografie correlate al film Rocky IV

Soggetto e sceneggiatura

Sylvester Stallone

Musiche

Vince DiCola

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i