DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Boris - Il film

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 50 frasi relative al film Boris - Il film. Leggile tutte.
Frasi di Boris - Il film

Riassunto e trama del film Boris - Il film

[da Wikipedia]
René Ferretti (Francesco Pannofino) è sul set della fiction televisiva Il giovane Ratzinger, interpretata da Stanis La Rochelle (Pietro Sermonti) . Già di per sé disilluso dall'infima qualità dello sceneggiato, il regista prende a pretesto l'ennesima imposizione dall'alto di Lopez e della rete - una scena da girare al rallentatore, in cui il futuro pontefice corre felice tra i campi - per abbandonare il progetto e lasciare il mondo della televisione. Nei mesi successivi René si ritira a vita privata, depresso e in crisi, ma proprio quando è convinto di essere ormai fuori dal giro che conta, l'amico Sergio (Alberto Di Stasio), deciso a dare una svolta alla sua vita dopo aver superato un infarto, gli confida d'essere riuscito a ottenere i diritti del best seller d'inchiesta La casta: dopo anni passati a girare fiction di quart'ordine, i due vedono finalmente l'occasione di emanciparsi dal mondo del piccolo schermo per sfondare al cinema, girando un film d'autore, "alla Gomorra". Presentano quindi il progetto a Lopez, ormai triste e complessato dopo aver subìto la "retrocessione" alla sezione cinema, il quale, desideroso di riconquistare il suo vecchio ruolo dirigenziale, sembra convincere la rete a dare credito all'operazione.

René inizia vari contatti per stendere una sceneggiatura, ma alla fine è costretto a rivolgersi al suo abituale trio di scrittori, i quali lo mettono di fronte al primo compromesso e lo convincono a girare una cosiddetta "impepata di cozze" - non una vera opera d'inchiesta, ma un film solo metaforico e allusivo. Il tutto si rivela lo stesso molto interessante, tanto che il regista ottiene i migliori collaboratori sulla piazza; perfino Marilita Loy, la più grande attrice italiana del momento, accetta di prendere parte al progetto. René dà così il benservito al suo storico gruppo di lavoro, portandosi dietro solo Alessandro (Alessandro Tiberi) e Arianna ancora alle prese coi loro mai sopiti sentimenti, e si getta nella nuova avventura. I suoi sogni artistici s'infrangono già nei primi giorni di riprese, quando si rende conto d'essere alla mercé di professionisti che lo considerano solo un piccolo mestierante televisivo. Il clima sul set si fa ogni giorno sempre più teso - complice anche le continue irruzioni di Stanis, intestarditosi nel voler interpretare a tutti i costi Gianfranco Fini. Arrivato al limite della sopportazione, René caccia in malo modo tutti ma, per continuare nelle riprese, assai controvoglia, è costretto a richiamare la sua vecchia e scalcinata troupe. Nonostante i problemi e la confusione, il regista riesce comunque a portare a casa le scene, fronteggiando anche l'improvvisa insicurezza sul set di Marilita.

Le cose sembrano andare per il verso giusto, tanto che Sergio riesce persino a scritturare il giovane attore emergente Francesco Campo. Ciò nasconde però un lato sgradito: appartenendo alla stessa agenzia, assieme a lui è compresa nel "pacchetto" anche Corinna Negri (Carolina Crescentini), la "cagna maledetta" che tanto li aveva fatti penare ai tempi della TV. René cede anche stavolta, ricorrendo a mille stratagemmi pur di mascherare alla cinepresa la pessima recitazione della ragazza; i sacrifici sono tuttavia ripagati dalle magistrali interpretazioni di Campo il quale però, schiavo dell'eroina, muore improvvisamente nel mezzo delle riprese. Ai funerali dell'attore, René e Sergio scoprono che Lopez li ha in realtà presi in giro, poiché la rete non ha mai avallato il loro progetto: la notizia è quasi fatale a Sergio, vittima di un nuovo infarto; con l'amico in fin di vita e la produzione bloccata, il regista affronta a muso duro il dirigente e lo costringe ad assumersi le sue responsabilità.

Lopez elabora quindi un'ardita soluzione per salvare il tutto, proponendo alla rete di trasformare quanto girato fin lì in un cinepanettone. Inaspettatamente, questa si mostra entusiasta all'idea, e dà subito il benestare alla cosa. René si arrende per l'ultima volta al sistema e, con l'aiuto del collega Glauco, reinventa la sua opera d'autore in un commerciale Natale con la casta - basato esclusivamente su una comicità greve e volgare, sullo sfoggio di belle donne e su battute di dubbio gusto. Alla prima, il film si rivela un autentico successo di pubblico; il solo René sembra essere l'unica persona letteralmente schifata dal risultato. Il regista capisce così che la gente del cinema è forse peggiore di quella della televisione, e decide di tornare nel suo vecchio mondo, riprendendo in mano Il giovane Ratzinger e girando quella sequenza al rallentatore, stavolta senza batter ciglio.

Anno

2011 (7 anni fa)

Titolo originale

Boris - Il film

Genere

Commedia

Durata

108 minuti (1 ora e 48 minuti)

Regia

Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo

Film di Giacomo Ciarrapico
Film di Mattia Torre
Film di Luca Vendruscolo

Data di uscita

venerdì 1 aprile 2011

Poster e locandina

Attori del film Boris - Il film

Luca Amorosino nel ruolo di Alfredo
Valerio Aprea nel ruolo di sceneggiatore 1
Ninni Bruschetta nel ruolo di Duccio Patanè
Paolo Calabresi nel ruolo di Augusto Biascica
Antonio Catania nel ruolo di Diego Lopez
Carolina Crescentini nel ruolo di Corinna Negri
Massimo De Lorenzo nel ruolo di sceneggiatore 2
Carlo Luca De Ruggieri nel ruolo di Lorenzo
Alberto Di Stasio nel ruolo di Sergio
Roberta Fiorentini nel ruolo di Itala
Caterina Guzzanti nel ruolo di Arianna Dell'Arti
Francesco Pannofino nel ruolo di René Ferretti
Andrea Sartoretti nel ruolo di sceneggiatore 3
Pietro Sermonti nel ruolo di Stanis La Rochelle
Alessandro Tiberi nel ruolo di Alessandro
Giorgio Tirabassi nel ruolo di Glauco Benetti

Soggetto e sceneggiatura

Giacomo Ciarrapico, Mattia Torre, Luca Vendruscolo

Musiche

Giuliano Taviani, Carmelo Travia

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Loading...

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i