DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Il cacciatore

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 8 frasi relative al film Il cacciatore. Leggile tutte.
Frasi di Il cacciatore

Riassunto e trama del film Il cacciatore

[da Wikipedia]

Cinque amici appartenenti ad una comunità di immigrati russi di Clairton, in Pennsylvania (Michael, Nick, Steven, Stanley e Axel (Chuck Aspegren) ) conducono un'esistenza tranquilla tra il lavoro da operai in un'acciaieria e la caccia al cervo, di cui condividono la passione. I primi tre sono in procinto di partire per il Vietnam e uno di loro, Steven, il più timido e impacciato, sta per convolare a nozze con l'amata Angela, la quale è segretamente incinta di un altro uomo. Michael e Nick amano la stessa donna, Linda (Meryl Streep), che, a causa di un padre violento e alcolizzato, si trasferirà nella loro abitazione dopo la loro partenza.

Alla fine della lunga festa per il matrimonio di Steven e Angela - durante la quale Nick chiede la mano di Linda, che accetta - quando Angela e Steven si allontanano in macchina, Nick chiede a Michael di fargli una promessa: in nessun caso lui dovrà abbandonarlo.

Il giorno dopo i quattro, senza Steven, partono per la caccia e, dopo scherzi e discussioni, Michael abbatte un cervo, uccidendolo con "un colpo solo" come egli suole cacciare, ovvero con un solo proiettile in modo da dare al cervo la possibilità di sopravvivere.

Vietnam: In seguito ad un'azione militare, i tre amici vengono catturati dai Viet cong insieme ad altri soldati. Vengono costretti a partecipare alla tortura della roulette russa mentre i carcerieri scommettono su di loro. Steven è il primo a cedere, quando vinto dalla paura e dalla spossatezza spara verso il soffitto il colpo che avrebbe dovuto direzionarsi alla testa secondo le regole del crudele gioco. Per punizione viene buttato nel "pozzo": una gabbia immersa nel fiume e piena di topi. Michael convince Nick a tentare la fuga facendo inserire tre pallottole nel tamburo in modo da uccidere i loro aguzzini, aumentando però il rischio di restare uccisi nel corso della partita.

L'azione disperata riesce e, dopo avere liberato Steven, i tre fuggono lasciandosi trasportare dalla corrente attaccati ad un tronco d'albero; giunti ad un ponte sospeso vengono soccorsi da un elicottero americano ma Steven non riesce a rimanere appeso al pattino e cade in acqua, seguito immediatamente da Michael che si butta per salvarlo, mentre Nick viene trattenuto dall'equipaggio del velivolo. Nella caduta Steven si frattura entrambe le gambe e Michael lo carica sulle sue spalle fino a che non incontra una colonna di militari e di profughi in fuga verso Saigon e riesce a fare caricare Steven sul cofano di una Jeep.

Nick viene ricoverato in un ospedale militare per i traumi fisici e psicologici subiti, e, una volta dimesso, si avventura per Saigon: nel suo vagabondare arriva di fronte ad un locale dove sente dei colpi di pistola ed intuisce cosa si sta svolgendo all'interno. Vorrebbe allontanarsi, ma Julien (Pierre Segui), un faccendiere francese, lo persuade ad entrare e, una volta usciti, a giocare per lui. Nel locale è presente anche Michael che riconosce Nick e tenta di raggiungerlo, ma senza successo.

Michael viene rimpatriato, presentando seri problemi di reinserimento nella vita civile. L'ex combattente si porta dietro profondi traumi emotivi, se non psichici: non si presenta alla festa organizzata dagli amici per lui e, dopo aver incontrato la mattina dopo Linda, dalla quale viene a sapere che Nick ha disertato, incontra gli amici che, sconvolgendolo, gli rivelano le condizioni di Angela, ora madre di un bambino, scivolata nella catatonia dopo il rientro di Steven, ormai irreparabilmente invalido. Nella cittadina mineraria della Pennsylvania gli amici rimasti a casa sembrano non capire nulla della guerra. I giorni successivi sembrano confermare il suo spaesamento e i cambiamenti avvenuti in lui: durante una battuta di caccia non riesce a sparare ad un cervo pur avendolo sotto mira, e capisce che la sua esperienza in Vietnam lo ha profondamente segnato. Alla sera, vedendo Stanley che minaccia per scherzo Axel con la sua pistola, gliela sfila violentemente di mano e lasciando un solo proiettile nel tamburo, la punta alla fronte dell'amico premendo il grilletto a vuoto, facendo comprendere a Stanley la gravità del suo gesto.

Il giorno dopo Michael torna con Linda al motel dove alcune sere prima avevano passato la notte insieme; incontra poi Steven che si trova in una struttura per reduci dopo avere subito l'amputazione delle gambe e la perdita dell'uso di un braccio, rifiutandosi di tornare a casa, anche per il fatto di aver scoperto la verità sul tradimento di Angela. Steven mette al corrente Michael del fatto che periodicamente riceve grandi quantità di denaro dal Vietnam. Michael intuisce che si tratta di Nick; Steven non comprende dove il ragazzo possa trovare tanto denaro, ma Michael ha capito e, dopo avere convinto, quasi costretto, Steven a lasciare la struttura e a tornare dalla moglie, fa ritorno in Vietnam allo scopo di trovare l'amico perduto.

Vagando per Saigon ormai in preda al caos, Michael trova Julien e lo persuade a condurlo nel luogo dove si pratica la roulette russa, dicendogli di voler partecipare; una volta di fronte a Nick, divenuto ormai un professionista del macabro gioco, non viene tuttavia riconosciuto e, per compiere un estremo tentativo di ricondurlo alla ragione, si siede di fronte a lui ricreando la situazione già vissuta durante la breve prigionia. Nick, accecato dalla sua profonda sofferenza, sembra indifferente alla vista dell'amico. Durante la partita Michael cerca di parlargli evocando ricordi di prima della partenza, ma inutilmente: Nick preme il grilletto e muore di fronte agli occhi dell'amico.

Tutti gli amici partecipano al funerale di Nick e, durante il ricevimento nel bar di John, l'atmosfera è dimessa e silenziosa: ognuno porta con sé il proprio fardello di sofferenze. Mossi dalla commozione, John e i suoi amici intonano God bless America, in onore di Nick.

Anno

1978 (41 anni fa)

Titolo originale

The Deer Hunter

Genere

Drammatico, Guerra

Durata

182 minuti (3 ore e 2 minuti)

Regia

Michael Cimino

Film di Michael Cimino

Data di uscita

venerdì 23 marzo 1979

Poster e locandina

Attori del film Il cacciatore

Robert De Niro nel ruolo di Michael "Mike" Vronsky
Christopher Walken nel ruolo di Nikanor "Nick" Chevatorevich
Meryl Streep nel ruolo di Linda
John Savage nel ruolo di Steven Pushkov
John Cazale nel ruolo di Stanley "Stosh"
George Dzundza nel ruolo di John Welsh
Chuck Aspegren nel ruolo di Axel
Shirley Stoler nel ruolo di madre di Steven
Rutanya Alda nel ruolo di Angela Ludhjduravic-Pushkov
Pierre Segui nel ruolo di Julien
Richard Kuss nel ruolo di padre di Linda
Joe Grifasi nel ruolo di leader del complesso musicale
Dennis Watlington nel ruolo di tassista

Biografie correlate al film Il cacciatore

Sceneggiatura

Deric Washburn

Soggetto

Michael Cimino, Deric Washburn, Louis Garfinkle, Quinn Redeker

Musiche

Stanley Myers

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i