DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

La grande fuga

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 3 frasi relative al film La grande fuga. Leggile tutte.
Frasi di La grande fuga

Riassunto e trama del film La grande fuga

[da Wikipedia]

Un gruppo di prigionieri inglesi viene rinchiuso in un campo di prigionia tedesco gestito dalla Luftwaffe, creato per ospitare "tutte le mele marce" raccolte dai vari campi dopo vari tentativi di fuga; il comandante del campo, un aviatore, si impegna a creare condizioni "umane" per disincentivare i prigionieri dal ritentare l'evasione. Fin dal primo giorno iniziano i tentativi di fuga, mai coronati da successo. Tra i prigionieri figura il caposquadrone Roger Bartlett (Pino Locchi), chiamato in codice X1, sospettato a ragione dai tedeschi di essere a capo di una organizzazione dedita a favorire ed organizzare le fughe per creare disordine e destabilizzazione tra le forze tedesche. Portato al campo dalla Gestapo con l'avviso che in caso di ulteriore fuga X1, se ripreso, sarebbe stato eliminato. Dopo un colloquio con il capitano di gruppo (nel doppiaggio italiano viene inspiegabilmente tradotto con "maggiore") Ramsey (Riccardo Mantoni), comandante dei prigionieri e ufficiale alleato più alto in grado, Bartlett decide di effettuare un tentativo di fuga massiccio, basato sulla realizzazione di tre tunnel (denominati "Tom", "Dick" e "Harry") che dovrebbero consentire l'evasione di circa 250 prigionieri.

L'organizzazione della fuga viene pianificata e realizzata meticolosamente, grazie anche all'individuazione di alcune figure chiave, tra cui uno scassinatore, uno specialista in tunnel (il tenente Velinski), un falsario, un falegname e un sarto; inoltre viene messa in piedi una massiccia rete di collaboratori che predispone documenti, abiti civili, cartine, biglietti ferroviari, razioni di viveri e quanto altro si renda necessario. Durante i festeggiamenti organizzati dai prigionieri americani per ricordare la ricorrenza del 4 luglio, il tunnel "Tom" viene però scoperto dalle guardie dello Stalag. Tra gli americani, il capitano Virgil Hilts (Giuseppe Rinaldi), esperto pilota di bombardieri decide di tentare la fuga da solo, ma si metterà al servizio dell'Organizzazione dopo l'uccisione di un prigioniero suo amico, lo scozzese Archibald Ives (Gianfranco Bellini) .

Per non rischiare ulteriori ritardi, l'organizzazione concentra le proprie forze su un solo tunnel, il più avanzato. Durante la notte prescelta per la fuga, si scopre che l'uscita del tunnel risulta troppo arretrata rispetto al previsto, ovvero a circa otto metri dai primi alberi che circondano il campo di concentramento. Non è comunque possibile rimandare il tentativo, poiché tutti i documenti e biglietti riportano la data del giorno dopo, pertanto la fuga ha inizio e decine di prigionieri iniziano ad inoltrarsi nel bosco vicino. Sono 76 i prigionieri che riescono a uscire dal campo attraverso il tunnel Harry prima che le guardie sentito un rumore prodotto da un prigioniero diano l'allarme e blocchino il tunnel facendo irruzione nel locale di ingresso.

Diretti verso diverse destinazioni, quali la Francia, la Svizzera e la Spagna, i prigionieri in fuga vengono braccati dalla Gestapo e dalla Wehrmacht: alcuni sono uccisi ma la maggior parte di loro viene nuovamente catturata, compresi Bartlett e i suoi uomini. In cinquanta saranno passati per le armi dalla Gestapo. Anche il tenente Colin Blythe (Carlo Romano) rimarrà ucciso dopo che l'aereo rubato da lui e dal suo compagno di fuga viene abbattuto. 11 prigionieri ripresi dalla Wehrmacht e dalla Luftwaffe sono riportati al campo, oltre a questi anche Hilts, protagonista di una rocambolesca fuga in moto fino al confine svizzero finita sui reticolati dopo alcuni salti acrobatici. Il comandante del campo viene destituito e probabilmente subirà un processo sommario. Alcuni dei fuggiaschi riescono a riparare oltre i confini controllati dai tedeschi.

Anno

1963 (56 anni fa)

Titolo originale

The Great Escape

Genere

Commedia, Guerra, Drammatico

Durata

172 minuti (2 ore e 52 minuti)

Regia

John Sturges

Film di John Sturges

Data di uscita

giovedì 10 ottobre 1963

Poster e locandina

Attori del film La grande fuga

Steve McQueen nel ruolo di capitano Virgil Hilts
James Garner nel ruolo di tenente di squadriglia[1] Robert Hendley
Richard Attenborough nel ruolo di caposquadrone[2] Roger Bartlett
James Donald nel ruolo di capitano di gruppo[3] Ramsey
Charles Bronson nel ruolo di tenente di squadriglia Danny Willinski
Donald Pleasence nel ruolo di tenente di squadriglia Colin Blythe
James Coburn nel ruolo di flying officer[4] Louis Sedgwick
Hannes Messemer nel ruolo di colonnello Von Luger
David McCallum nel ruolo di tenente comandante Eric Ashley-Pitt
Gordon Jackson nel ruolo di tenente di squadriglia Sandy MacDonald
John Leyton nel ruolo di tenente di squadriglia William Dickes
Angus Lennie nel ruolo di flying officer Archibald Ives
Nigel Stock nel ruolo di tenente di squadriglia Denys Cavendish
Robert Graf nel ruolo di Werner
Jud Taylor nel ruolo di sottotenente Goff
Karl-Otto Alberty nel ruolo di ufficiale tedesco

Doppiatori italiani

Giuseppe Rinaldi nel ruolo di Hilts
Renato Turi nel ruolo di Hendley
Pino Locchi nel ruolo di Roger Bartlett
Riccardo Mantoni nel ruolo di Ramsey
Bruno Persa nel ruolo di Danny Velinski
Carlo Romano nel ruolo di Colin Blythe
Glauco Onorato nel ruolo di Louis Sedgwick
Nando Gazzolo nel ruolo di col. Von Luger
Manlio De Angelis nel ruolo di Eric Ashley-Pitt
Sergio Graziani nel ruolo di Sandy MacDonald
Massimo Turci nel ruolo di William Dickes
Gianfranco Bellini nel ruolo di Archibald Ives
Nino Pavese nel ruolo di Denys Cavendish
Oreste Lionello nel ruolo di Goff
Cesare Barbetti nel ruolo di Griffith "Taylor"
Mario Mastria nel ruolo di Montaigne
Max Turilli nel ruolo di Graf

Biografie correlate al film La grande fuga

Sceneggiatura

James Clavell

Soggetto

Paul Brickhill, romanzo

Musiche

Elmer Bernstein

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Loading...

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i