DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 11 frasi relative al film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato. Leggile tutte.
Frasi di Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

Riassunto e trama del film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

[da Wikipedia]

Charlie Bucket (Peter Ostrum) vive con la madre e i suoi quattro nonni in una misera casa malandata nei pressi dell'enorme fabbrica di cioccolato di Willy Wonka (Gene Wilder), un misterioso fabbricante di dolci che gestisce il più grande commercio dei dolciumi. Quest'ultimo non esce dalla sua fabbrica da anni ed è un mistero per tutti chi siano i suoi operai. Infatti, per difendersi dagli altri produttori di dolci che avevano tentato di rubare le sue ricette mandando le loro spie, Willy Wonka era completamente sparito dalla circolazione chiudendo i battenti della sua fabbrica; un giorno però questa riprese a fabbricare nuovamente dolciumi, ma i cancelli erano rimasti chiusi.

Un mattino però il sig. Wonka bandisce un concorso: a cinque fortunati che troveranno dei biglietti dorati nelle tavolette di cioccolato Wonka sarà concesso di visitare la sua fabbrica e riceveranno una scorta di dolci Wonka da bastare per tutta la vita. Tutto il mondo cade in una sfrenata caccia ai biglietti dorati e i primi quattro bambini vincitori trovano i biglietti: Augustus Gloop (Michael Bollner), un bambino obeso e ingordo proveniente dalla Germania Ovest, Veruca Salt (Laura Lenghi), una bambina viziata e capricciosa proveniente dal Regno Unito, Violet Beauregarde (Denise Nickerson), una bambina arrogante e vanitosa nonché una campionessa di masticazione di gomme proveniente dagli Stati Uniti, precisamente dal Montana, e Mike Travis (Paris Themmen) un bambino chiacchierone e teledipendente appassionato di film western che indossa sempre vestiti da cowboy e proviene dagli Stati Uniti, precisamente dall'Arizona.

Charlie ha ormai perso le speranze, quando un giorno trova dei soldi in un tombino e, comprando una tavoletta di cioccolato, riesce a trovare l'ultimo biglietto dorato. Mentre torna a casa incontra però un uomo che si presenta come Slugworth e che Charlie riconosce come il peggior rivale di Willy Wonka, a cui aveva tentato di copiare i suoi dolci. Quest'ultimo gli promette benessere e denaro per tutta la vita in cambio di un campione di un dolce particolare di Willy Wonka, il "Succhia Succhia che mai si consuma", una speciale caramella che non si consuma mai. Come si può notare nelle scene precedenti infatti, Slugworth aveva fatto la stessa proposta anche agli altri bambini.

Arriva finalmente il giorno della visita alla fabbrica, che si rivela più strana e meravigliosa che mai. Si scopre, tra le altre cose, che gli operai della fabbrica sono dei minuscoli ometti con la passione per il canto, chiamati Umpa-Lumpa. Willy Wonka regala a ciascun bambino un "Succhia Succhia che mai si consuma", a condizione che non lo mostrino mai a nessuno. Nel corso della visita però, tutti gli altri vincitori vengono inguaiati dai loro stessi vizi: Augustus viene risucchiato in un tubo per il trasporto del cioccolato dopo aver cercato di berne a più non posso, Violet si trasforma in un enorme mirtillo dopo aver assaggiato una nuova gomma da masticare ancora imperfetta, Veruca finisce in un condotto dei rifiuti dopo che Willy Wonka aveva rifiutato di venderle un'oca dalle uova di cioccolato d'oro e Mike prova su di sé un'invenzione del signor Wonka che consente di trasmettere oggetti reali attraverso la televisione, riducendo così la sua altezza a pochi centimetri.

Ad un certo punto Charlie e suo nonno Joe bevono di nascosto una speciale bibita gassata col potere di far volare nonostante il divieto del signor Wonka. Dopo aver volato un po', rischiano di venire risucchiati da un'elica, ma riescono poi a tornare incolumi a terra e a raggiungere gli altri, apparentemente senza che il signor Wonka si sia accorto di nulla.

Alla fine della visita, dopo che i due sono gli unici rimasti, invece Willy Wonka si arrabbia molto con Charlie e suo nonno per la loro disubbidienza e rifiuta quindi di dar loro l'enorme scorta di dolci promessa. Quando però Charlie gli restituisce il Succhia Succhia mostrando di accettare la punizione piuttosto che portare la caramella a Slugworth, Willy rimane colpito dalla sua onestà e comincia a saltare di gioia, rivelando che Slugworth era in realtà un suo collaboratore che aveva il compito di corrompere col denaro tutti i partecipanti per verificarne l'onestà: lo scopo del concorso era infatti quello di trovare un ragazzo buono e onesto a cui Willy Wonka avrebbe lasciato in eredità la sua fabbrica. Il bambino viene quindi invitato a trasferirsi nella fabbrica di cioccolato con la sua famiglia e a diventare il suo successore.

Curiosità sul film

Il film è ispirato al romanzo di Roald Dahl, La fabbrica di cioccolato.

Nel 2005 è Tim Burton a riportare sullo schermo la storia con il film La fabbrica di cioccolato (con Johnny Depp nel ruolo che fu di Gene Wilder).

Anno

1971 (51 anni fa)

Titolo originale

Willy Wonka & the Chocolate Factory

Genere

Commedia, Fantastico, Musicale

Durata

100 minuti (1 ora e 40 minuti)

Regia

Mel Stuart

Film di Mel Stuart

Data di uscita

venerdì 22 ottobre 1971

Poster e locandina

Attori del film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

Gene Wilder nel ruolo di Willy Wonka
Jack Albertson nel ruolo di nonno Joe
Peter Ostrum nel ruolo di Charlie Bucket
Roy Kinnear nel ruolo di Henry Salt
Julie Dawn Cole nel ruolo di Verusca Salt
Leonard Stone nel ruolo di Sam Beauregarde
Denise Nickerson nel ruolo di Violet Beauregarde
Dodo Denney nel ruolo di signora Travis
Paris Themmen nel ruolo di Mike Travis
Ursula Reit nel ruolo di signora Gloop
Michael Bollner nel ruolo di Augustus Gloop
Diana Sowle nel ruolo di signora Bucket
Aubrey Woods nel ruolo di Bill
David Battley nel ruolo di signor Turkentine
Günter Meisner nel ruolo di Arthur Slugworth / signor Wilkinson
Peter Capell nel ruolo di stagnino
Werner Heyking nel ruolo di signor Jopeck
Peter Stuart nel ruolo di Winkelmann

Doppiatori italiani

Sandro Pellegrini nel ruolo di Willy Wonka
Manlio Guardabassi nel ruolo di nonno Joe
Ilaria Stagni nel ruolo di Charlie Bucket
Roberto Del Giudice nel ruolo di Henry Salt
Laura Lenghi nel ruolo di Veruca Salt
Rossella Acerbo nel ruolo di Violetta Beauregarde
Anna Teresa Eugeni nel ruolo di signora Travis
Rita Di Lernia nel ruolo di signora Gloop
Massimiliano Manfredi nel ruolo di Augustus Gloop
Liliana Sorrentino nel ruolo di signora Bucket
Gino Pagnani nel ruolo di stagnino
Valerio Ruggeri nel ruolo di signor Jopeck

Biografie correlate al film Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato

Sceneggiatura

Roald Dahl, David Seltzer

Soggetto

Roald Dahl, romanzo

Musiche

Anthony Newley

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

RICEVI GLI AGGIORNAMENTI
Inserisci la tua migliore e-mail