DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Blade Runner 2049

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 13 frasi relative al film Blade Runner 2049. Leggile tutte.
Frasi di Blade Runner 2049

Riassunto e trama del film Blade Runner 2049

[da Wikipedia]

L'agente K della polizia di Los Angeles scopre un importante segreto che potrebbe minare le sorti dell'intera società, gettandola irrimediabilmente nel caos. K si mette alla ricerca di Rick Deckard (Harrison Ford), un ex blade runner scomparso da oltre trent'anni.

Blade Runner 2049


Anno 2049. Dopo gli eventi narrati nel primo film, i replicanti Nexus hanno incominciato a ribellarsi e ne è stata messa al bando la produzione; la Tyrell Corporation, la più importante azienda che li produceva, ha dichiarato bancarotta. Questo ha portato a una crisi di livello globale, finché Niander Wallace (Jared Leto) e le sue industrie si sono spianati la strada producendo colture sintetiche rivelatesi necessarie per la sopravvivenza del genere umano, evitando colossali carestie, e reintroducendo i replicanti nella società, dopo aver rilevato ciò che rimaneva della Tyrell e cominciato a produrre nuovi replicanti che sono assolutamente ubbidienti e non creano problemi. Alcuni replicanti Nexus 8 ribelli sono però ancora in circolazione, pertanto, per evitare nuovi conflitti e tumulti da parte loro, il corpo speciale di polizia dei Blade Runner è mantenuto attivo, con l'obiettivo di "ritirare" i vecchi modelli.

L'Agente K (Ryan Gosling) è un replicante di ultima generazione ed è uno dei nuovi Blade Runner. Il film comincia con K che ha l'incarico di rintracciare un vecchio replicante di nome Sapper Morton (Dave Bautista), un ex medico militare disertore il quale vive da solo in una fattoria. K lo rintraccia e, dopo un'estenuante lotta, lo "ritira". In seguito, l'agente trova una scatola sepolta sotto un albero morto nei pressi dell'abitazione di Sapper. K torna al suo appartamento dove ad attenderlo c'è Joi (Ana de Armas), una dolce intelligenza artificiale olografica comandata da un braccio elettromeccanico, programmata per essere l'amante ideale. K aggiorna Joi grazie a un emulatore datogli come bonus per il suo lavoro, rendendola in grado di andare dove desidera. Mentre Joi prova la sua nuova capacità uscendo fuori dell'abitazione, K viene informato che l'oggetto sepolto è stato recuperato e aperto, e al suo interno è stato trovato uno scheletro. Gli analisti del LAPD ricostruiscono che si tratta di una donna morta a seguito di complicazioni durante un parto cesareo (fatto probabilmente da Sapper per salvarla), ma K nota qualcosa di strano mentre analizzano le ossa e scoprono incisa in una di esse un numero di serie: la donna è una replicante Nexus. Joshi, il capo di K, è sconvolta dal ritrovamento, in quanto non si credeva che i Nexus fossero capaci di accoppiarsi e riprodursi, e quindi ordina di eliminare qualsiasi prova del ritrovamento, intimando a K di trovare e ritirare il figlio replicante, poiché la notizia potrebbe creare un'instabilità nell'ordine tra umani e replicanti.

K si presenta alla sede della Wallace Industries, dove il personale identifica lo scheletro ritrovato come quello di Rachael (Sean Young), replicante creata dalla ex Tyrell Corporation che ebbe una relazione con il vecchio Blade Runner Rick Deckard, scomparso con lei dal 2019, tuttavia non si riescono a ottenere maggiori informazioni poiché nel 2022 il mondo fu colpito da un black-out totale che durò dieci giorni, a seguito del quale molte informazioni contenute nei database e negli apparecchi tecnologici sono andate perdute per sempre. Il fondatore della società, Niander Wallace, crede che i Nexus capaci di riprodursi possano essere il prossimo passo nella sua produzione e favorire l'espansione delle colonie extramondo, popolate da soli androidi, e quindi ordina a Luv (Sylvia Hoeks), la sua replicante tirapiedi, di rubare i resti di Rachael dalla stazione di polizia e di pedinare K in modo da risalire al figlio replicante. K ritorna alla fattoria di Sapper e nota, incisa sull'albero morto, la data 6/10/21, che coincide con l'incisione presente su un cavallino di legno presente in un ricordo che gli è stato innestato. K si reca nel luogo in cui è ambientato questo ricordo, un orfanotrofio a San Diego, ritrovando il giocattolo nel posto dove lo aveva nascosto da bambino, e credendo quindi che l'impianto potrebbe essere un vero ricordo del suo passato, ipotesi avvalorata anche da Joi.

Tempo prima, K aveva controllato le nascite avvenute nel giugno del 2021, scoprendo un'anomalia: Rachael ha apparentemente dato alla luce due gemelli che condividono lo stesso DNA di sesso opposto, e pare che solo il maschio sia ancora vivo. K si reca quindi dalla dottoressa Ana Stelline (Carla Juri), che lavora come creatrice di ricordi da innestare ai replicanti prodotti dalla Wallace Industries e che, dopo averlo informato che è illegale innestare ai replicanti memorie vere appartenute agli umani, gli conferma piangendo che si tratta di un ricordo reale, inducendolo così a credere di essere lui stesso il figlio della Nexus morta. Dopo avere fallito un test sulla sua natura di replicante, K viene sospeso da Joshi, lasciandole intendere che ha portato a termine la missione, cioè ritirare il bambino, che è lui stesso. La stessa Joshi, per compassione, lo lascia andare.

K prosegue l'indagine per conto proprio e fa analizzare il cavallino di legno: in esso vengono trovate tracce di radioattività, che lo conducono alle rovine post-apocalittiche di Las Vegas. Qui K ritrova Deckard, e dopo un inseguimento-lotta nell'albergo in cui era rifugiato, i due Blade Runner decidono di fare una tregua. Deckard rivela a K (che su consiglio di Joi ha deciso di adottare il nome di Joe) di aver aiutato i Nexus a nascondersi sfruttando le sue conoscenze da ex-cacciatore e di aver alterato le date di nascita per coprire le loro tracce, venendo costretto a lasciare Rachael con un gruppo di replicanti rivoluzionari per la sua sicurezza. Alla domanda di K sul perché non abbia cercato suo figlio, Deckard risponde che ha fatto tale scelta per paura di metterlo in pericolo, e che comunque a causa del blackout del 2022 la cosa gli risultò impossibile. Nel frattempo Luv uccide Joshi e rintraccia K. Nello scontro Luv distrugge sadicamente Joi, lasciando K in fin di vita, e rapisce Deckard. K viene soccorso dal gruppo rivoluzionario, condotto da Freysa (Hiam Abbass), che lo informa che il vero erede di Rachael e di Deckard è Stelline, in quanto solo lei poteva essere capace di impiantare i propri ricordi nella sua mente. Freysa ordina a K di uccidere Deckard affinché egli non fornisca a Wallace informazioni sul movimento.

Deckard viene condotto dinanzi a Wallace, il quale ipotizza che l'amore tra lui e Rachael fosse stato unicamente un esperimento del dottor Tyrell e che lei e Deckard fossero stati creati l'uno per l'altra allo scopo di verificare se i Nexus prodotti dalla Tyrell fossero capaci di riprodursi. Deckard rifiuta di rispondere alle domande di Wallace o di aiutarlo, anche quando gli viene presentata una copia replicante di Rachael, e perciò Luv lo conduce in una zona extramondo per torturarlo al fine di estorcergli informazioni. K però li raggiunge e attacca il convoglio di Luv con il suo spinner, facendolo precipitare in mare vicino alla muraglia che protegge la città dalle inondazioni. Dopo un violento combattimento K riesce a uccidere Luv annegandola in mare, e porta in salvo Deckard, rivelandogli che per proteggerlo lo darà per morto come vittima dello schianto. Deckard viene condotto da K al palazzo di Stelline, dove finalmente si ricongiunge con la figlia, mentre K, rimasto ferito gravemente dallo scontro finale, muore sdraiato sulla scalinata della struttura con lo sguardo rivolto al cielo nevoso.

Anno

2017 (2 anni fa)

Genere

Avventura, Azione, Fantascienza, Drammatico, Noir, Thriller

Durata

163 minuti (2 ore e 43 minuti)

Regia

Denis Villeneuve

Film di Denis Villeneuve

Data di uscita

mercoledì 4 ottobre 2017

Poster e locandina

Attori del film Blade Runner 2049

Ryan Gosling nel ruolo di Agente K
Harrison Ford nel ruolo di Rick Deckard
Ana de Armas nel ruolo di Joi
Sylvia Hoeks nel ruolo di Luv
Jared Leto nel ruolo di Niander Wallace
Robin Wright nel ruolo di Tenente Joshi
Mackenzie Davis nel ruolo di Mariette
Carla Juri nel ruolo di Ana Stelline
Lennie James nel ruolo di Mister Cotton
Dave Bautista nel ruolo di Sapper Morton
Barkhad Abdi nel ruolo di Doc Badger
David Dastmalchian nel ruolo di Coco
Hiam Abbass nel ruolo di Freysa
Wood Harris nel ruolo di Nandez
Edward James Olmos nel ruolo di Gaff
Sean Young nel ruolo di Rachael

Doppiatori italiani

Gianfranco Miranda nel ruolo di Joe / Agente K
Michele Gammino nel ruolo di Rick Deckard
Joy Saltarelli nel ruolo di Joi
Alessia Amendola nel ruolo di Luv
Emiliano Coltorti nel ruolo di Niander Wallace
Laura Boccanera nel ruolo di Tenente Joshi
Domitilla D'Amico nel ruolo di Mariette
Elena Perino nel ruolo di Ana Stelline
Loris Loddi nel ruolo di Mister Cotton
Simone Mori nel ruolo di Sapper Morton
Ludovica Modugno nel ruolo di Freysa
Alberto Bognanni nel ruolo di Nandez
Ennio Coltorti nel ruolo di Gaff

Biografie correlate al film Blade Runner 2049

Sceneggiatura

Hampton Fancher, Michael Green

Soggetto

Philip K. Dick, Hampton Fancher

Musiche

Hans Zimmer, Benjamin Wallfisch, Vangelis

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i