DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Così è la vita

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 31 frasi relative al film Così è la vita. Leggile tutte.
Frasi di Così è la vita

Riassunto e trama del film Così è la vita

[da Wikipedia]
Aldo Baglio, detto Bancomat, è detenuto da due anni nel carcere di San Vittore per falsificazione; Giacomo Poretti è un onesto agente di Polizia con velleità da scrittore che convive assieme alla sorella, al cognato e al nipote, mentre Giovanni Storti è un candido inventore di giocattoli.

Un giorno Aldo deve essere scortato in tribunale dalla volante guidata da Giacomo e dal collega Catanìa; quest'ultimo però gli chiede di potersi assentare per un appuntamento: Giacomo si trova di conseguenza solo alla guida della volante che deve trasferire il detenuto. Durante il viaggio Aldo riesce ad appropriarsi della pistola del poliziotto, che questi aveva lasciato nel portaoggetti, e lo prende in ostaggio; contemporaneamente a Giovanni viene rubata l'auto (l'ultimo di una serie di sfortunati eventi che gli erano capitati quel giorno) e, vedendo passare di lì una volante della polizia, decide di chiedere aiuto. Sfortunatamente l'auto in cui è incappato è proprio quella in cui ci sono Giacomo e Aldo e diventa così il secondo ostaggio; con un espediente, tuttavia, Giacomo riesce ad avvertire via radio il comando di polizia del sequestro.

Catanìa, scoperta la notizia, va nel panico e si fa picchiare da uno sconosciuto, conferma il rapimento alla centrale e si inventa di essere stato pestato e scaraventato fuori dalla vettura dal malvivente. Il gruppo procede e si imbatte in una coppia ferma in mezzo alla strada con la donna che sta partorendo; dopo averla aiutata a dare alla luce il figlio, il trio procede ma viene presto raggiunto dalle volanti della Polizia. Aldo costringe i due ad una folle fuga, al termine della quale riesce a seminare le volanti in un bosco; una volta al sicuro, ordina a Giacomo di uscire dal nascondiglio, ma a causa di un'errata manovra l'automobile precipita in uno strapiombo, prende fuoco ed esplode. I passeggeri saltano fuori dall'auto in tempo, evitando la caduta.

I tre sono quindi costretti a proseguire a piedi e durante il cammino, in un cimitero, incontrano una ragazza di nome Clara (Marina Massironi), della quale Aldo si innamora perdutamente. Il galeotto le chiede di uscire a cena e lei accetta; ormai amici, libera gli altri due smettendo di minacciarli con la pistola e si fa aiutare a mettersi a posto in vista della serata, che procede a gonfie vele.

Aldo, Giovanni e Giacomo ritornano a Milano tramite autostop e, una volta arrivati, Aldo decide di mettere la testa a posto e tornare in carcere per saldare il suo debito con la giustizia, mentre Giovanni e Giacomo tornano alle rispettive vite. Arrivati a casa scoprono tuttavia che i loro cari li hanno già dimenticati, essendo stata diffusa la notizia che sono morti nell'incidente: Giovanni trova sua moglie a letto con Catanìa, mentre Giacomo trova il romanzo che stava scrivendo da una vita e tutte le sue cose nell'immondizia e la sua camera messa in affitto. I due si ritrovano al parco demoralizzati e qui rincontrano Aldo, insieme a Clara, il quale ha cambiato idea decidendo di non ritornare in carcere. I quattro decidono quindi di vendicarsi.

Dopo aver rubato il camion del cognato di Giacomo, quest'ultimo fa trovare alla sorella un testamento in cui è scritto che l'appartamento in cui lei vive, di proprietà di Giacomo, dev'essere ceduto, insieme a tutti i beni in comproprietà, alla famiglia di africani suoi amici che erano stati sfrattati. Il gruppo ruba poi degli elettrodomestici dal magazzino di Crapanzano (Big Jimmy), ex compagno di cella di Aldo, e successivamente questi e Giacomo, travestiti da fattorini, si presentano a casa di Giovanni con la merce e dicono alla moglie che si tratta della vincita ad un concorso a cui Giovanni avrebbe partecipato prima di morire e che quindi tali oggetti spettano a lei. Clara informa Crapanzano e questi si presenta a casa dell'inventore con alcuni amici armati di mazze da baseball.

Fatta giustizia, Clara porta i tre ad una camera ardente: più che convinti di trovare le tre bare vuote, sollevano i veli e vedono i loro cadaveri. La realtà si distorce e Clara mostra ai tre il luogo dove è avvenuto l'incidente del burrone: Giovanni e Giacomo capiscono solo allora di non essere riusciti a scappare in tempo dall'auto e di essere realmente morti mentre Aldo sapeva tutto, avendolo scoperto da Clara stessa dopo il loro appuntamento. La ragazza rivela quindi la propria identità: un angelo incaricato di accompagnare il trio in Paradiso.

I tre arrivano di fronte all'ingresso, una sbarra che si apre tramite badge su una collina, ma mentre Aldo è già in possesso della tessera per entrare, gli altri due dovranno attendere. Aldo, tuttavia, sfruttando le sue abilità di contraffattore, dà ai due amici due tessere falsificate, che consentono loro l'accesso.

Anno

1998 (20 anni fa)

Genere

Commedia, Grottesco

Durata

108 minuti (1 ora e 48 minuti)

Regia

Aldo Giovanni & Giacomo, Massimo Venier

Film di Aldo Giovanni & Giacomo
Film di Massimo Venier

Data di uscita

venerdì 18 dicembre 1998

Poster e locandina

Attori del film Così è la vita

Aldo Baglio nel ruolo di Aldo, Al
Giovanni Storti nel ruolo di Giovanni, John
Giacomo Poretti nel ruolo di Giacomo, Jack
Marina Massironi nel ruolo di Clara
Antonio Catania nel ruolo di Antonio Catanìa
Giovanni Cacioppo nel ruolo di marito della partoriente
Big Jimmy nel ruolo di Crapanzano
Elena Giusti nel ruolo di moglie di Giovanni
Carlina Torta nel ruolo di sorella di Giacomo
Francesco Pannofino nel ruolo di cognato di Giacomo
Fabio Biaggi nel ruolo di nipote di Giacomo
Mohamed El Sayed nel ruolo di Gaber
Cesare Gallarini nel ruolo di Carmine
Fabrizio Ambrassa nel ruolo di Platone
Saturno Brioschi nel ruolo di ragazzo con la maglietta di Che Guevara
Augusto Zucchi nel ruolo di commissario
Stefania Di Nardo nel ruolo di partoriente
Giorgio Centamore nel ruolo di George

Trailer

Biografie correlate al film Così è la vita

Soggetto e sceneggiatura

Aldo, Giovanni & Giacomo, Massimo Venier, Gino e Michele, Giorgio Gherarducci, Graziano Ferrari

Musiche

Negrita

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Loading...

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i