DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Edge of tomorrow

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 16 frasi relative al film Edge of tomorrow. Leggile tutte.
Frasi di Edge of tomorrow

Riassunto e trama del film Edge of tomorrow

[da Wikipedia]

Delle creature di origine extraterrestre hanno invaso la Terra, uccidendo milioni di persone e occupando larga parte dell'Europa continentale. Gli alieni, micidiali e velocissimi mostri tentacolari, sono stati denominati "Mimic" per via della loro capacità di emulare, e persino anticipare, le tattiche militari terrestri. Gli esseri umani, per contrastare l'inesorabile avanzata dell'invasore, mettono a punto una nuova tecnologia: un potente esoscheletro da battaglia, fornito ad ogni soldato, che sembra poter cambiare le sorti dello scontro. Simbolo della possibile rivalsa contro gli alieni diviene una soldatessa, Rita Vrataski (Emily Blunt), che in seguito ad un'esaltante vittoria in battaglia, viene soprannominata l'Angelo di Verdun.

Il Maggiore William Cage (Tom Cruise), ex pubblicitario, grazie alle sue doti di comunicatore è ora addetto alle pubbliche relazioni dell'Esercito Americano e, con i suoi persuasivi video di propaganda, cerca di tenere alto il morale della nazione e di convincere il maggior numero di persone ad entrare nell'esercito in vista della decisiva battaglia contro gli alieni che avverrà sulle sponde della Francia; il maggiore non esita a usare la fama della Vrataski e le potenzialità dei nuovi esoscheletri da combattimento per arruolare nuovi soldati e per persuadere l'opinione pubblica che una vittoria è possibile.

Il comandante supremo dell'UDF (Forze di Difesa Unite), il generale dell'esercito britannico Bringham, convoca il maggiore Cage e gli ordina di unirsi alla prima ondata di soldati sulle sponde francesi, per filmare con la sua troupe lo sbarco e favorire così l'appoggio dell'opinione pubblica all'operazione. Cage, che non è un soldato ed è completamente terrorizzato all'idea di dover essere sul campo di battaglia, si rifiuta e, quando capisce che il suo status di soldato americano non può comunque esimerlo dall'obbedire all'ordine diretto del generale, non esita a ricattarlo, minacciandolo di farlo diventare un capro espiatorio grazie alla sua influenza sui media, una volta tornati in patria i primi caduti. La minaccia irrita moltissimo il generale e ha come risultato l'arresto immediato di Cage, la sua degradazione a soldato semplice, il marchio di disertore e il conseguente arruolamento con infamia nelle forze di sbarco del Sergente Farrell a Heathrow, plotone di cui fa parte anche la famosa Rita Vrataski.

Qui Cage fa conoscenza con lo squadrone a cui è stato assegnato e che lo accoglie con grande disprezzo: la mattina successiva si ritrova catapultato in battaglia sulle spiagge francesi, senza esperienza e senza capacità di combattere. Nonostante i tanto sbandierati propositi di vittoria lo sbarco è un disastro, i Mimic sembrano conoscere in anticipo ogni mossa delle forze terrestri e iniziano a massacrare i soldati. Cage viene a contatto con Rita Vrataski, che, distratta da lui, muore colpita da un alieno. Sconvolto per la morte dell'Angelo di Verdun, Cage tenta in tutti i modi di difendersi dai Mimic ma a causa della sua incapacità in battaglia non può far altro che farsi saltare in aria per uccidere uno degli alieni, più grande degli altri e dall'aspetto inusuale, che lo stava attaccando; in seguito all'esplosione Cage viene a contatto col sangue dell'alieno e invece di morire, si ritrova riportato indietro nel tempo al giorno precedente, nel momento esatto in cui viene risvegliato bruscamente a Heathrow per essere arruolato nel plotone del sergente Farrell. Particolarità dello strano fenomeno è che Cage, pur essendo tornato indietro nel tempo, "ricorda" perfettamente gli avvenimenti di cui è stato protagonista, anche se di fatto non sono ancora avvenuti, quindi è come se potesse prevedere il futuro.

Rivissuto di nuovo il primo giorno di arruolamento, Cage muore ancora sulla costa francese e in seguito alla morte si ritrova un'altra volta al giorno prima. Resosi conto di essere finito in una sorta di loop temporale, cerca disperatamente di spiegare a Farrell la sua condizione, e l'imminente disfatta delle forze terrestri, ma viene preso per un bugiardo e spedito comunque al fronte. In una delle numerose ripetizioni della battaglia sulla spiaggia, Cage riesce a salvare la Vrataski che capisce la situazione in cui si trova il soldato e gli dice di andare a trovarla quando lui morirà e si risveglierà nuovamente.

Nei cicli successivi, Cage cercherà di contattare Rita; quando finalmente ci riesce, viene a conoscenza grazie a lei e al dott. Carter, ex-scienziato governativo e esperto della biologia aliena, che i Mimic hanno la capacità di controllare il tempo, capacità che Cage ha assunto grazie al contatto col sangue del raro esemplare Alfa dei Mimic che aveva ucciso il primo giorno sulla spiaggia. La soldatessa inoltre racconta a Cage che anche lei ha posseduto tale capacità e solo grazie ad essa ha vinto la battaglia di Verdun, una battaglia che i Mimic, da quanto ha capito, le hanno fatto vincere per indurre gli umani a pensare di poter sconfiggere gli alieni: l'operazione di sbarco in Francia dunque non è altro che un modo per gli alieni di sconfiggere gli umani una volta per tutte, e non il contrario. Il potere inoltre sembra essere legato biologicamente al corpo che lo assume, visto che in seguito a delle trasfusioni ricevute per via di una grave ferita, Rita ha sentito di averlo perso definitivamente. Oltre a ciò, a Cage viene fatto capire che i Mimic sono come un organismo vivente unico, con una sorta di leader che li governa tutti, l'Omega, e che avrà delle visioni sul luogo in cui si trova: una volta tolto di mezzo l'Omega i Mimic non saranno più un problema.

Cage allora si fa addestrare intensamente da Rita per poter superare lo sbarco ed essere pronto il giorno in cui avrà la visione del luogo in cui si nasconde il leader alieno. L'addestramento è durissimo e, ogni volta che Cage si ferisce, Rita lo uccide per poter ricominciare da capo. Questa tattica paga in quanto Cage, lentamente ma costantemente, aumenta le sue capacità fino a diventare un abilissimo combattente, al livello di Rita. Dopo aver vissuto decine di loop, Cage si scoraggia e, recatosi a Londra per distrarsi in un pub, assiste con orrore all'invasione aliena della città: ciò lo convince a proseguire la sua missione. In uno dei cicli temporali successivi, finalmente una visione gli rivela il luogo in cui si nasconde l'Omega: una diga sulle Alpi Bavaresi. Insieme a Rita, dopo decine di tentativi falliti in cui uno dei due muore quindi sono costretti a ricominciare il loop, riescono a superare la spiaggia e a penetrare nell'entroterra francese; arrivati però ad un punto della loro missione, vengono bloccati e qui inevitabilmente Rita muore, qualunque cosa faccia Cage negli innumerevoli tentativi successivi. L'ex maggiore non volendo proseguire da lì (in caso di successo, Rita morirebbe definitivamente), decide quindi che in un altro ciclo tenterà di arrivare da solo alla diga. Riesce nell'impresa, ma scopre che la visione era un inganno dei Mimic, che miravano a togliergli il potere di reset temporale facendolo dissanguare e non uccidendolo all'istante; Cage, una volta compresa l'intenzione degli alieni si spara senza successo, infine si lascia affogare, per poter ritornare indietro nel tempo ed avere un'altra possibilità.

Tornato quindi al punto di partenza, Cage racconta tutto a Rita e insieme decidono di recuperare un dispositivo sperimentale, inventato dal dottor Carter quando lavorava per il governo, che permetterebbe un vero contatto telepatico con il leader dei Mimic e la sua localizzazione certa. Si recano quindi entrambi nell'ufficio del Generale Bringham, che custodisce il dispositivo in cassaforte ma è sempre stato scettico sulle teorie di Carter. Sfruttando ancora i cicli temporali, dopo moltissimi tentativi i due finalmente riescono a recuperare l'oggetto; Cage usa il dispositivo su sé stesso e, in una visione, "vede" il luogo esatto dove si nasconde l'Omega: le rovine allagate del Louvre a Parigi. Durante la fuga, provocata dal Generale Bringham il quale ha solo finto di stare al loro gioco, una delle guardie dotate di esoscheletro da combattimento riesce a fermare la macchina dei due: Rita sviene colpita dall'airbag, Cage si ferisce gravemente e perde conoscenza. In ospedale viene sottoposto ad una trasfusione di sangue, e perde il potere di resettare la giornata. Rita si libera e quando sta per uccidere Cage per l'ennesima volta, viene a conoscenza da quest'ultimo della trasfusione e della conseguente perdita del potere di controllare il tempo.

Da qui in avanti, non avendo più la possibilità di sfruttare il meccanismo dei loop temporali, ai due non resta che un solo tentativo per uccidere Omega; decidono quindi di fuggire e recarsi a Heathrow con l'intento di convincere lo squadrone di Cage a portarli a Parigi per poter uccidere il leader alieno. Cage riesce a persuadere i commilitoni grazie soprattutto all'influenza di Rita, vista da loro come un'eroina. I soldati rubano un aereo da sbarco e, sacrificando eroicamente uno dopo l'altro le proprie vite, riescono a portare i due al Louvre. Qui, Cage e Rita sono braccati da un mostro Alfa e la soldatessa capisce che la missione non ha via di scampo: non possono uccidere l'Alfa, altrimenti il tempo verrebbe resettato immediatamente, vanificando tutto e non permettendo ai due di ricordare nulla nell'eventuale ciclo successivo. Convince dunque Cage ad accettare che sia lei a fare da esca, per allontanare l'Alfa il tempo necessario per avvicinarsi all'Omega e distruggerlo. Prima di sacrificarsi, Rita lo ringrazia per averla portata fino a quel punto e, dopo avergli detto che le sarebbe piaciuto conoscerlo meglio, lo bacia.

Rita muore distraendo l'Alfa, Cage sfrutta il tempo guadagnato per avvantaggiarsi sul grosso Mimic, si tuffa in acqua e si avvicina, nuotando, all'Omega. L'Alfa nel tentativo estremo di fermarlo lo ferisce a morte ma ormai è troppo tardi: Cage lascia andare la cintura di granate prive di spolette, che finisce dentro l'Omega e esplode uccidendo il leader degli alieni. Nell'esplosione, Cage, un attimo prima di morire, viene a contatto col sangue dell'Omega disintegrato ed acquisisce il potere totale sul tempo.

Il soldato si risveglia dunque più indietro nel tempo, poco prima del suo incontro a Londra col Generale Bringham, e scopre dal telegiornale che, a seguito di un'enorme ondata di energia rilevata a Parigi, l'attività dei Mimic si è completamente fermata e che i soldati UDF, in collaborazione con truppe russe e cinesi, stanno riconquistando il territorio europeo senza incontrare più alcuna resistenza. Nel finale vediamo Cage, trasformatosi grazie all'addestramento e all'esperienza accumulata in numerosissimi loop temporali da pavido pubblicitario a coraggioso veterano di guerra, dirigersi a passo sicuro, col grado di maggiore, nella caserma di Heathrow, dove ovviamente non lo riconosce nessuno come salvatore del mondo in quanto, per la Terra, il tempo non è trascorso. Cage vede i suoi commilitoni, tutti vivi, poi va da Rita che gli chiede cosa voglia da lei, come il primo giorno. Alla domanda lui risponde con un gran sorriso.

Anno

2014 (5 anni fa)

Titolo originale

Edge of Tomorrow

Genere

Azione, Fantascienza

Durata

113 minuti (1 ora e 53 minuti)

Regia

Doug Liman

Film di Doug Liman

Data di uscita

mercoledì 28 maggio 2014

Poster e locandina

Attori del film Edge of tomorrow

Tom Cruise nel ruolo di Maggiore William Cage
Emily Blunt nel ruolo di Rita Vrataski
Bill Paxton nel ruolo di Sergente Maggiore Farrell
Noah Taylor nel ruolo di Dott. Carter
Brendan Gleeson nel ruolo di Generale Brigham
Jonas Armstrong nel ruolo di Skinner
Kick Gurry nel ruolo di Griff
Franz Drameh nel ruolo di Ford
Dragomir Mrsic nel ruolo di Kuntz
Tony Way nel ruolo di Kimmel
Charlotte Riley nel ruolo di Nance

Doppiatori italiani

Roberto Chevalier nel ruolo di Maggiore William Cage
Francesca Manicone nel ruolo di Rita Vrataski
Dario Oppido nel ruolo di Sergente Maggiore Farrell
Christian Iansante nel ruolo di Dott. Carter
Michele Gammino nel ruolo di Generale Brigham
Alberto Bognanni nel ruolo di Skinner
Simone D'Andrea nel ruolo di Griff
Manuel Meli nel ruolo di Ford
Roberto Stocchi nel ruolo di Kimmel
Benedetta Degli Innocenti nel ruolo di Nance

Trailer

Biografie correlate al film Edge of tomorrow

Sceneggiatura

Christopher McQuarrie, Jez Butterworth, John-Henry Butterworth

Soggetto

Hiroshi Sakurazaka

Musiche

Christophe Beck

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i