DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Fantozzi 2000

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 2 frasi relative al film Fantozzi 2000. Leggile tutte.
Frasi di Fantozzi 2000

Riassunto e trama del film Fantozzi 2000

[da Wikipedia]

Verso la fine del secondo millennio, la Megaditta si trova di fronte ad una crisi a causa della mancanza di soggezione dei nuovi impiegati. Si decide perciò di far tornare in vita l'impiegato più servile di tutti i tempi grazie alla biotecnologia avanzata: il ragionier Ugo Fantozzi (Paolo Villaggio) . Dopo aver innaffiato per mesi la piantina di Balabam, riempiendosi di acqua da un orecchio e versandola dall'altro, il ragioniere è premiato dal duca-conte con una missione di responsabilità: controllare il suo figliuolo, un ragazzino troppo buono e generoso, rinchiuso in una scuola di educazione al potere, un autentico carcere dove si studiano il sopruso, la delinquenza e l'infamia.

Il figlio del duca-conte si sfoga, con altri compagni, della totale assenza dei rispettivi genitori. Uno dei ragazzini dice a Fantozzi di immaginarlo come il tipico impiegato servile: Fantozzi si intenerisce e porta i bambini di nascosto allo zoo. Uno dei ragazzi apre il recinto, liberando un elefante. I ragazzini finiscono tutti in questura. Tutti i bambini sono recuperati dai delegati dei genitori, mentre il Balabam junior è raggiunto da Fantozzi, che dice di esserne il padre e dichiara di non voler più condurre una vita dissoluta per essere accanto al figlio. Scoperto dal duca-conte, viene punito con ben trentanove frustate. La "febbre" da Superenalotto imperversa ormai in tutta Italia. Fantozzi decide di giocare un sistema in società con alcuni ex-colleghi, tra i quali la signorina Silvani.

Dopo molte settimane di gioco senza aver vinto nulla però, gli ex-colleghi mandano Fantozzi e il suo sistemone a quel paese. Fantozzi nel frattempo ha dovuto vendere tutto il mobilio, rinunciando persino al riscaldamento per trovare i soldi da poter giocare. La moglie Pina va in ricevitoria a fare la giocata, ma all'ultimo momento decide di non giocare il sistema, raccontando però al marito di averlo giocato regolarmente. Ovviamente Fantozzi fa 6 e vince: mentre esulta per la gioia, Pina è sul punto di svenire. Alla fine, mentre Fantozzi è andato a prendere dello champagne, Pina scrive un biglietto in cui confessa al marito la triste verità. Arriva però in casa Fantozzi la Silvani, convinta ormai che Fantozzi sia miliardario e ben decisa ad andare a convivere con lui.

Fantozzi realizza il sogno di una vita, ma è costretto ad affittare un castello già residenza di papa Bonifacio VIII da un macellaio e a soddisfare i mille capricci della Silvani a suon di cambiali. La Silvani, però, vuole essere solo servita e riverita, e si rifiuta di essere una brava donna di casa come Pina, che il ragioniere inizia ben presto a rimpiangere. Quando i creditori delle cambiali firmate da Fantozzi reclamano il pagamento, la Silvani scopre tutto e se ne va. Fantozzi torna dunque a casa dalla Pina, e i due tornano insieme come al solito. A casa Fantozzi arriva la mostruosa nipote Uga, affidata ai nonni materni dai genitori. I nonni scoprono che la ragazza è infatuata di un certo Alex, uno spogliarellista. Uga si presenta al suo spettacolo, i nonni la seguono, e Fantozzi è costretto a vestirsi da donna per entrare nel locale e controllare la nipote.

Per il capodanno del 2000 i coniugi Fantozzi ricevono inaspettatamente un invito ad una Gran Galà, organizzato dalla contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare. Al Gran Galà, dopo le solite brutte figure di Ugo, i due siedono al tavolo d'onore con la Contessa. Vengono servite delle grandi mozzarelle di bufala che però non bastano per tutti gli ospiti, così si scatena una rissa.

Incolpati del fallimento del Gran Galà, i coniugi Fantozzi sono costretti a fuggire, rincorsi fino a un porticciolo, in cui trovano una barca con cui finiscono su un'isola.

Il ragioniere chiede a Pina di andare a comprare due fucili, con l'intenzione di suicidarsi, sperando che in qualche altra galassia esista almeno un mondo che sia felice. Sopraggiunge un alieno, che afferma che sono molti anni luce che cerca quel mondo felice, e che la Terra è l'ultimo pianeta rimasto dove cercarlo. Fantozzi gli riferisce che la Terra non lo è, e l'alieno si rattrista; in risposta, Fantozzi chiede alla moglie di comprare tre fucili invece che due.

Anno

1999 (20 anni fa)

Titolo originale

Fantozzi 2000 - La clonazione

Genere

Comico

Durata

91 minuti (1 ora e 31 minuti)

Regia

Domenico Saverni

Film di Domenico Saverni

Data di uscita

giovedì 23 dicembre 1999

Poster e locandina

Attori del film Fantozzi 2000

Paolo Villaggio nel ruolo di Ugo Fantozzi
Milena Vukotic nel ruolo di Pina Fantozzi
Anna Mazzamauro nel ruolo di Sig.na Silvani
Paolo Paoloni nel ruolo di Megadirettore Galattico Duca Conte Balabam
Dodi Conti nel ruolo di Uga Fantozzi
Stefano Masciarelli nel ruolo di Impresario dei Centocelle Nightmare
Mirta Pepe nel ruolo di Commissario
Irma Capece Minutolo nel ruolo di Contessa Serbelloni Mazzanti Viendalmare
Aldo Ralli nel ruolo di Scienziato
Evelina Gori nel ruolo di Contessa Madre Serbelloni Mazzanti Viendalmare
Centocelle Nightmare nel ruolo di Se stessi
Lenka Lanci nel ruolo di Invitata al cenone
Guido Nicheli nel ruolo di Insegnante
Sergio Forconi nel ruolo di Militare accecato da Fantozzi
Claudio Ricci nel ruolo di Adalberto Maria Balabam
Big Jimmy nel ruolo di buttafuori
Lorenzo Vizzini nel ruolo di Figlio dell'avvocato Barambani
Jacopo Sarno nel ruolo di Pier Ulderico Kobram
Simome Ascani nel ruolo di Figlio del dottore

Biografie correlate al film Fantozzi 2000

Soggetto e sceneggiatura

Alessandro Bencivenni

Musiche

Fabio Frizzi

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i