DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Una vita al massimo

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 7 frasi relative al film Una vita al massimo. Leggile tutte.
Frasi di Una vita al massimo

Riassunto e trama del film Una vita al massimo

[da Wikipedia]

Clarence Worley (Christian Slater) è il commesso in un negozio di fumetti di Detroit, con la passione dei film di Kung Fu ed Val Kilmer) Presley">Elvis Presley. Il giorno del suo compleanno, Clarence va in un cinema che proietta una maratona di film con Sonny Chiba: Il teppista, Il ritorno del teppista e La sorella del teppista. Durante la visione del film, entra in sala una bella ragazza, Alabama Whitman (Patricia Arquette), che fa subito amicizia con Clarence. Alla fine della proiezione cinematografica, i due vanno a mangiare una torta, si conoscono meglio e dunque fanno una fugace sortita al negozio di fumetti dove Clarence lavora. Qui, presi dall'euforia, i due fanno sesso.

Nel cuore della notte, Alabama se ne va e viene ritrovata da Clarence in lacrime. Alabama quindi gli rivela di essere una squillo, assoldata dal gestore del negozio di fumetti Lance, per fare un regalo di compleanno speciale a Clarence, e di essersi però innamorata di lui durante quella sera. Decisa ad abbandonare il mondo della prostituzione, nel quale era entrata da soli quattro giorni, Alabama si sposa con Clarence. Quest'ultimo è tormentato dal fatto che il magnaccia della sua donna, Drexl Spivey (Gary Oldman) sia ancora in vita, nonostante i crimini di cui si è macchiato. Risoluto e consigliato da una sua ricorrente visione, il fantasma di Elvis, Clarence si arma e va a uccidere Drexl, con la scusa di andare a prendere la roba di Alabama.

Ucciso il pappone, dopo che quest'ultimo gli è saltato addosso pestandolo, Clarence fa prendere la roba della sua ragazza da un'altra prostituta, che sbaglia valigia e gliene lancia una contenente cocaina. Quando Alabama controlla la valigetta, scopre che questa contiene droga e non i suoi vestiti. Inizialmente spaventati e indecisi sul da farsi, i giovani pensano di approfittare dell'occasione per diventare ricchi.

Prima di mettersi in viaggio alla volta di Los Angeles, dove smerceranno la cocaina sul mercato, la coppia passa dal padre di Clarence, Clifford un ex poliziotto. Clarence gli chiede di controllare se la polizia lo sta cercando a causa dell'uccisione di Drexl; il padre controlla e scopre che il figlio non è nel mirino degli agenti, ma anche che uno dei soci di Drexl, Lil'Blue Boy, è un pezzo grosso della malavita di Detroit. Clarence parte alla volta della California, dove andrà a incontrare un amico di vecchia data, Dick, ora attore in erba.

Sulle tracce di Clarence si mette anche la famiglia mafiosa dei Coccotti, capeggiata da Vincenzo. I mafiosi fanno visita alla roulotte del padre di Clarence. Clifford viene torturato dai criminali, ma non dice loro nulla riguardo Clarence e Alabama. Dopo aver insultato Vincenzo Coccotti (Christopher Walken) e relativa razza siciliana, Clifford viene ucciso. La fatica è stata vana, perché al frigorifero è appeso un bigliettino, sul quale sono riportati indirizzo e numero di telefono del luogo in cui Clarence è scappato.

Clarence giunge a casa di Dick e lo porta con sé al motel Safari, dove alloggia con Alabama: qui l'amico controlla la cocaina e decide di contattare una sua conoscenza nel campo del cinema, che fa da intermediario nel traffico di droga locale, Elliot "Ellie" Blitzer. Clarence, Alabama e Dick si incontrano con Elliot quello stesso pomeriggio alle montagne russe. Clarence impone le sue condizioni al mediatore, che - non appena sceso dalle montagne russe - contatta il suo capo, Lee Donowitz (Saul Rubinek) . Usando un linguaggio in codice, Lee e Clarence si danno appuntamento il mercoledì successivo all'Ambassador Hotel di Los Angeles.

Clarence dunque lascia a casa Dick e al motel Alabama: va via per comprare dei cheeseburger. Quando Alabama entra in camera l'attende un perfido e sadico scagnozzo di Coccotti, Virgil (James Gandolfini) che la tortura per ottenere informazioni sul marito e sulla cocaina. Quando il mafioso sta per ucciderla, Alabama riesce a liberarsi conficcandogli un coltellino svizzero prima in un piede e poi nella schiena, poi lo colpisce alla testa e lo finisce con un fucile. Clarence giunge al motel subito dopo, portando via con sé la moglie.

Intanto Elliot, in auto con una prostituta, viene multato per eccesso di velocità ed arrestato per possesso illegale di cocaina. Alla centrale di polizia fa conoscenza di Nicky Dimes (Chris Penn) e Cody Nicholson (Tom Sizemore), due poliziotti della squadra narcotici, che, notato il carattere insicuro dell'uomo, lo spaventano e lo convincono a fare la spia per la loro squadra. Elliot spaventato dalla possibile detenzione accetta.

Il mercoledì dell'incontro, la squadra narcotici prenota una stanza all'Ambassador e fa indossare ad Elliot un microfono. Clarence giunge all'hotel accompagnato da Alabama e Dick. Anche i mafiosi, informati da Floyd (Brad Pitt), il coinquilino di Dick, giungono al luogo dello scambio.

Clarence entra dunque nella suite di Lee, il produttore cinematografico infiltrato nel mondo della cocaina, e instaura subito con questi un rapporto di amicizia, commentando positivamente uno dei suoi film, Tornare a casa chiusi in un sacco. Il produttore passa subito ai fatti, consegnando a Clarence la valigetta con i 200.000 $ pattuiti. Clarence gli consegna la valigetta con la droga. Non appena la polizia sente dello scambio, accorre in camera; gli agenti Dimes e Nicholson puntano gli uomini di Lee, che non tentennano e continuano a tenere le armi spianate.

Giunta anche la mafia, i poliziotti si trovano a dover combattere su due fronti; la tregua si spezza quando Lee ustiona il volto di Elliot, scoperto che questi era un infiltrato. La polizia, la mafia e gli uomini di Lee si sparano addosso; il primo a morire è proprio il produttore. Alla fine dello stallo alla messicana, gli unici rimasti in vita sembrano l'agente Dimes e il suo collega e un uomo della Mafia Siciliana che intimato ad uscire, colpisce il collega e a sua volta viene crivellato di proiettili. Assistendo il collega, Dimes sente il disperato grido d'aiuto di uno dei bodyguard di Lee gravemente ferito e per vendetta, lo uccide a colpi di pistola, che appena sentiti, Alabama prende la pistola e furiosa uccide Dimes con la pistola del fidanzato. Gli unici rimasti vivi sono Dick (che fugge via e butta nel fuoco incrociato la valigia con la droga) e Alabama e un apparentemente morto Clarence.

Le attenzioni della polizia si spostano su un mafioso che ha preso in ostaggio una donna durante la sparatoria e minaccia di ucciderla. Approfittando della distrazione, Alabama porta via dall'hotel suo marito e scappa con i soldi, alla volta del Messico.

Qui, Alabama e Clarence danno alla luce un bambino e continuano a vivere come una famiglia felice.

Finale originale


Nella sceneggiatura originale, Clarence sarebbe dovuto morire e Alabama si sarebbe data alla malavita, mettendosi in attività con Mr White, almeno da quanto detto da lui in un dialogo con joe cabot ne Le Iene.

Anno

1993 (26 anni fa)

Titolo originale

True Romance

Genere

Commedia, Drammatico, Thriller

Durata

118 minuti (1 ora e 58 minuti)

Regia

Tony Scott

Film di Tony Scott

Data di uscita

venerdì 26 novembre 1993

Poster e locandina

Attori del film Una vita al massimo

Christian Slater nel ruolo di Clarence Worley
Patricia Arquette nel ruolo di Alabama Whitman
Michael Rapaport nel ruolo di Dick Ritchie
Val Kilmer nel ruolo di Elvis
Bronson Pinchot nel ruolo di Elliot Blitzer
Dennis Hopper nel ruolo di Clifford Worley
Gary Oldman nel ruolo di Drexl Spivey
Brad Pitt nel ruolo di Floyd
Tom Sizemore nel ruolo di Cody Nicholson
Christopher Walken nel ruolo di Vincenzo Coccotti
Saul Rubinek nel ruolo di Lee Donowitz
James Gandolfini nel ruolo di Virgil
Chris Penn nel ruolo di Nicky Dimes
Samuel L. Jackson nel ruolo di Big Don

Doppiatori italiani

Riccardo Rossi nel ruolo di Clarence Worley
Alessandra Korompay nel ruolo di Alabama Whitman
Carlo Cosolo nel ruolo di Dick Ritchie
Romano Malaspina nel ruolo di Elvis
Massimo Rossi nel ruolo di Elliot Blitzer
Ugo Maria Morosi nel ruolo di Clifford Worley
Massimo Lodolo nel ruolo di Drexl Spivey
Christian Iansante nel ruolo di Floyd
Fabrizio Pucci nel ruolo di Cody Nicholson
Luigi La Monica nel ruolo di Vincenzo Coccotti
Roberto Pedicini nel ruolo di Lee Donowitz
Paolo Buglioni nel ruolo di Virgil
Antonio Palumbo nel ruolo di Nicky Dimes
Mauro Magliozzi nel ruolo di Big Don

Premi

Biografie correlate al film Una vita al massimo

Sceneggiatura

Quentin Tarantino, Roger Avary (non accreditato)

Soggetto

Quentin Tarantino, Roger Avary

Musiche

Hans Zimmer + AA. VV.

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i