DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Dialogo dal film Fargo

TV: Ecco i Gophers, che cercano di uscire dalla propria area con Lansum, numero 29. Scambio ravvicinato con Dumbull...

Jerry: Cara!

Jean Gustafson Lundegaard: Ciao, tesoro, bentornato.

TV: Gira via sulla destra.

Jean: Com'è andata a Fargo?

TV: Ecco, ecco, c'è un tentativo di rilancio di Schultz...

Jerry: Bene, bene.

TV: ... ma si scontra con...

Jean: C'è papà, sai?

TV: ... numero 32, sfuma l'azione. Intanto continua lo zero a zero dei cambi. Jennings dei Converse che cerca di servire McHolbut. Ci riesce! Scontro terrificante con...

Jerry: Come va, Wade?

Wade Gustafson: Bene, direi.

Jerry: Che stai guardando?

Wade: I Gophers.

TV: ... supera Beaumont.

Jerry: Ah. È una bella partita?

Wade: Uh! Ah!

TV: ... schizza oltre la linea blu. Si precipita Dublin, che rimette in moto Kellogs. Niente da fare...

Jerry: Si ferma a cena da noi?

Jean: Sì, almeno credo. Papà?

Wade: Che c'è?

Jean: Ti fermi a cena qui da noi?

Wade: Sì.

TV: ... ma il disco va nettamente fuori.

Scotty Lundegaard: Se volete scusarmi...

Jerry: Ah. Hai finito?

Scotty: Ah-ah. Adesso devo uscire.

Jean: Dove devi andare?

Scotty: Un salto da McDonald's.

Jerry: Nove e mezzo al più tardi.

Scotty: Okay.

Wade: Non ha neanche finito di mangiare. Va da McDonald's invece di finire qui?

Jean: Si incontra gli amici, niente di male.

Wade: Niente di male? Che pensi che facciano là? Non vanno certo a bere frullati, te l'assicuro.

Jean: Non c'è da preoccuparsi, papà.

Wade: Ai miei tempi...

Jerry: Che cos'hai deciso per quell'affare di cui ti ho accennato? Quei 40 acri da comprare a Wayzata.

Wade: Me ne hai già parlato.

Jerry: Sì, infatti, hai detto che volevi pensarci. Lo so che costa parecchio, ma...

Wade: Costa un occhio della testa. Cosa hai detto che vuoi farci?

Jerry: Un lotto. Adibito a...

Wade: Ah. Un lotto di che?

Jerry: Un lotto adibito a parcheggio.

Wade: Sì, 750mila dollari sono un terno al lotto!

Jerry: È vero, sono un sacco di soldi, però io credo...

Wade: Una volta ho avuto dei parcheggi, li ho solo persi i soldi. Ma proprio tanti.

Jerry: Capisco, ma questa volta...

Wade: Perché non ne parli con Stan Grossman? È lui che esamina queste faccende prima di sottoporle a me.

Jerry: Sì, certo, ma Stan è un tuo dipendente, è un'altra cosa. Io preferisco chiederlo a te. Potremmo sistemarci io, Jean e Scotty.

Wade: Jean e Scotty non hanno di che preoccuparsi.

Gaear: Dov'è la Casa della Frittella?

Carl: Cosa?

Gaear: Fermiamoci alla Casa della Frittella.

Carl: Ma sei scemo? Non mangiamo altro che frittelle! Voglio andare in un posto dove mi danno una bella birra e una bistecca. Fanculo le frittelle, andiamo. Oh, andiamo, amico. Okay, allora ho un'idea. Ci fermiamo appena fuori Brainerd, c'è un posto dove si scopa, va bene?

Gaear: Io ho una fame del cazzo, chiaro?

Carl: Va bene, va bene, ho capito. Possiamo mangiare prima delle frittelle e poi andare a scopare.

Venditore: Se ha un momento di pazienza la faccio accompagnare da un nostro incaricato. Per favore, Winston, rispondi tu al telefono.

Bucky: Ne abbiamo parlato in questo stesso ufficio, eravamo d'accordo.

Jerry: Sì, però, la zincatura...

Bucky: Ero seduto qui come adesso e ho detto che la zincatura non la volevo.

Jerry: È vero, però quando non si fa la zincatura, vede, spesso la ruggine diventa un problema. E allora le costerebbe altro che cinquecento dollari.

Bucky: Lei se ne sta lì seduto a girarci attorno e insiste come se non ne avessimo già parlato.

Jerry: Sì, però...

Bucky: Avevamo concordato 19.500. Da quella scrivania ha detto che mi dava la macchina...

Jerry: Sì...

Bucky: ... con tutti gli accessori senza zincatura per 19.500.

Jerry: Ma certo, non le sto dicendo che non...

Bucky: Poi venti minuti fa mi telefona che è arrivata la macchina. Pronta per la consegna, venga giù a prenderla. E... E invece sta facendo perdere tempo a me e a mia moglie. E comunque non la pago un centesimo di più.

Jerry: D'accordo. Ne parlo col mio capo. Però, vede, la zincatura la fanno in fabbrica, noi non possiamo farci niente.

Bucky: Senta...

Jerry: Va bene, ne parlo col mio capo.

Bucky: Questa gente... Con questa gente... Ah! Non cambiano mai. Sempre fregature.

Jerry: Sabato vai a vedere i Gophers?

Venditore: Puoi scommetterci.

Jerry: Non è che hai un biglietto in più?

Venditore: Vuoi scherzare?

Jerry: Allora... È una cosa che non fa mai, ma, considerate le particolari circostanze, vi toglierà cento dollari dal costo della zincatura.

Bucky: Cento dollari? Lei mi ha mentito, signor Lundegaard. Ha una bella faccia tosta.

Moglie: Bucky, smettila.

Bucky: Lei è uno schifoso bugiardo.

Moglie: Bucky, smettila.

Bucky: Dammi il libretto, che gli stacco un assegno e la facciamo finita. Dov'è?

Moglie: È qui.

Ed McMahon: E eccomi di nuovo a voi, gentili telespettatori!

Jean: Sto parlando delle tue effettive capacità.

Scotty: Hm-hm.

Jean: Tu non sei uno studente da 6 meno.

Scotty: Sì.

Jean: E invece arrivi appena al 6. È questa incongruenza che preoccupa sia me che papà.

Scotty: Hm-hm.

Jean: Sai che significa incongruenza?

Scotty: Sì.

Jean: Ecco! Bene! Ed è per questo che non vogliamo che tu vada fuori a giocare a hockey.

Scotty: Mamma! Ma perché ne fate un affare di Stato? Sto fuori solo un'ora!

Jean: Aspetta.

Scotty: Perché tante storie?

Jean: Pronto?

Wade: Ciao, cara.

Jean: Ah, ciao, papà.

Wade: Jerry è in casa?

Jean: Sì. Tesoro? Sì, è in casa. Sì, te lo chiamo subito.

Wade: Passamelo.

Jean: Tesoro?

Jerry: Sì.

Jean: È papà.

Jerry: Ah, grazie.

Scotty: Senti, papà, ma che cazzo significa...

Jean: Scotty!

Jerry: Ehi, modera il linguaggio, capito? Ciao, come va, Wade?

Wade: Ma che sta succedendo?

Jerry: Ah, niente. Come vanno le cose?

Wade: Stan Grossman ha dato un'occhiata alla tua proposta. Dice che non è niente male.

Jerry: Sul serio?

Wade: Potrebbe interessarci.

Jerry: Sul serio? Ah... allora occorrono i soldi piuttosto in fretta per chiudere la trattativa.

Wade: Passa in ufficio alle due e mezzo e ne parliamo. Se i numeri che hai sono giusti, Stan dice che si può fare. Parlo di Stan Grossman.

Jerry: Sì.

Wade: Alle due e mezzo.

Jerry: Sì, senz'altro. Ciao, Shep, come va? Senti, sai quei due con i quali mi hai messo in contatto su a Fargo?

Shep Proudfoot: Ti ho messo in contatto con Grimsrud.

Jerry: Sì, beh, era insieme a un amico e volevo...

Shep: Per l'amico non garantisco.

Jerry: Oh, va bene, non fa niente.

Shep: Garantisco per Grimsrud. Quale amico?

Jerry: Ah, Carl, mi pare.

Shep: Mai sentito, per lui non garantisco.

Jerry: Oh, non fa niente, è un amico del tuo uomo, tu garantisci per lui, quindi non mi preoccupo. Volevo soltanto sapere... dato che li devo contattare, e questa faccenda può darsi che non vada più in porto, perché sono intervenuti altri fatti, forse non serve più che si muovano.

Shep: Telefonagli.

Jerry: Sì, infatti, ci ho provato, ma non sono riuscito a raggiungerli, e allora ho pensato che forse tu potevi avere un altro numero, oltre il numero che hai dato a me.

Shep: Macché.

Jerry: Okay. Va bene, fa lo stesso. Sì.

Resta aggiornato sulle frasi dei film

Iscriviti alla NEWSLETTER

Commenti

Non ci sono commenti. Pubblica tu il primo.

Fargo: approfondimenti

Leggi altri dialoghi, frasi celebri e curiosità tratte dal film Fargo:

Breve trama del film

[da Wikipedia]
Minnesota, inverno del 1987. Jerry Lundegaard è un venditore di Oldsmobile di Minneapolis con il pallino degli affari ma con diversi problemi economici. Per risollevare la sua situazione finanziaria decide di inscenare il rapimento della moglie Jean, così da costringere il cinico suocero Wade (che è anche il titolare della concessionaria) a pagare il riscatto. Grazie al suggerimento del meccanico Shep Proudfoot (che in passato ha avuto qualche problema con la legge) Jerry si reca in un bar di Fargo nel North Dakota per ingaggiare due...leggi di più

Frasi di attori o personalità celebri correlate al film

Altri film da cui sono tratte celebri frasi e dialoghi

Scrivi un commento. La tua opinione è importante!

Loading...

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i