DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Dialogo dal film Fargo

Wade: Per quanto mi riguarda, quando c'è un problema si chiama un professionista.

Jerry: No. Hanno detto che non vogliono sbirri. Sono stati più che chiari, Wade. Hanno detto che se informiamo la polizia, la faranno fuori senza pensarci su.

Wade: Mi sembra scontato che dicano così. Come faccio a fidarmi? Hanno in mano Jean. Se consegno il milione di dollari a quei bastardi, chi mi garantisce che la rilasceranno?

Jerry: Non abbiamo scelta, purtroppo.

Wade: Un milione di dollari sono un bel mucchio.

Jerry: Sì, ma la situazione è semplice.

Wade: Quei bastardi hanno in mano mia figlia.

Jerry: La situazione è molto semplice, Wade. Se gli diamo quello che vogliono, perché non dovrebbero lasciarla andare? Devi... tu devi starmi a sentire questa volta, Wade.

Wade: Sì, ma che ne sai tu? Tu parli tanto per parlare. Io dico che la polizia può darci dei buoni consigli.

Guarda, chiamiamo dei professionisti.

Jerry: No. Niente sbirri. Non se ne parla. Riguarda me questa storia, Wade.

Wade: Dio!

Jerry: Jean è mia moglie, no?

Stan: Devo riconoscere, Wade, che sono d'accordo con Jerry.

Wade: Beh...

Stan: Dobbiamo proteggere Jean perché non abbiamo carte in mano, Wade, ce l'hanno tutte loro, conducono loro il gioco.

Jerry: Assolutamente.

Wade: Porca...

Stan: Purtroppo...

Wade: Allora perché... perché non... Senti, Stan, pensavo di offrirgli mezzo milione, eh?

Jerry: No, ma che cosa stai dicendo? Non ci pensare nemmeno, non esiste, non...

Stan: Non siamo a un mercato in piazza, Wade.

Jerry: Esatto.

Stan: Dobbiamo fare buon viso a cattiva sorte.

Jerry: Esatto.

Stan: Allora, qual è la prossima mossa, Jerry?

Jerry: Hanno detto che mi chiameranno per dirmi dove lasciare i soldi. La somma dev'essere pronta per domani.

Wade: Merda!

Cassiera: È andato tutto bene oggi?

Jerry: Sì, molto bene, grazie.

Wade: Andiamo, Stan.

Jerry: Lei come va?

Stan: Okay, allora, prepareremo i soldi per domani. Non preoccuparti, Jerry. Senti, vuoi qualcuno in casa con te in attesa che chiamino?

Jerry: No, no, non vogliono nessun altro, vogliono trattare solo con me. Sono stati chiari.

Stan: Eh, già.

Jerry: Se mettiamo il telefono sotto controllo, se ne accorgeranno.

Stan: Ah-ah.

Jerry: Sai, può darsi che sia solo un bluff però, come hai detto tu, sono loro a condurre il gioco.

Stan: D'accordo. E, senti, con Scotty pensi di cavartela?

Jerry: Beh, già, c'è... Scotty. Sì, troverò modo di parlargli.

Stan: Eh!

Jerry: Ciao, come va, Scott?

Scotty: Papà, cosa le faranno? Cosa vogliono fare alla mamma?

Jerry: Non aver paura, Scott. Non le faranno del male. Quelli... I rapitori vogliono... vogliono solo i soldi.

Scotty: Sì, ma se qualcosa dovesse andare storto, papà?

Jerry: No, no, no, no, no. Andrà tutto bene. Il nonno e io stiamo facendo il possibile per affrontare la situazione adeguatamente.

Scotty: Non sarebbe meglio informare la polizia?

Jerry: No, no. Non lo deve sapere nessuno. Dobbiamo stare molto attenti con quella gente. Chiedilo a Grossman, ti confermerà quello che dico.

Scotty: Sì, papà, ma...

Jerry: Faremo in modo di far tornare la mamma, ma dobbiamo stare al gioco. Capisci? La condizione è questa. Quindi se telefona Lorraine o Sylvia, devi dire che la mamma è andata in Florida con Pearl e Marty. Hm? È la cosa migliore da fare.

Carl: Oh! Ah, ah, ah, ah! Oops! Ah, ah, ah, ah! Oddio! Ah, ah, ah!

Segretaria: Tieni, Marge, questo è per te.

Radio: Le autopattuglie 2-4 sono pronte in garage.

Marge: Grazie.

Agente: Ciao.

Radio: Le autopattuglie 2-4 sono pronte in garage.

Marge: Ciao. Ciao, Bobby. Buongiorno.

Radio: L'agente Morris è atteso nell'ufficio...

Marge: Ah, Janie, sono nel mio ufficio se mi cercano.

Janie: Va bene.

Marge: Ah, ciao, tesoro.

Norm: Ti ho portato qualcosa da mangiare, Marge. Cosa c'è lì dentro, lombrichi?

Marge: Sì.

Norm: Oh, grazie, amore.

Marge: Ma figùrati. Grazie per il pranzo. Sembrano in forma, eh? Vediamo cosa c'è. Hamburger?

Norm: Ah-ah.

Marge: Come procede il quadro?

Norm: Molto bene. Anche gli Hautman parteciperanno con un dipinto quest'anno.

Marge: Ah, tu sei molto più bravo.

Norm: Loro sono in gamba.

Marge: Sono in gamba, ma tu sei più bravo di loro.

Norm: Ma... Lo credi davvero?

Marge: Ma quanti hamburger mi hai portato?

Lou: Ciao, Norm. Come procede il dipinto?

Norm: Non mi lamento, grazie.

Marge: Scoperto niente su quell'auto?

Lou: Nessun motel ha registrato una Ciera ieri sera, ma due uomini la sera prima si sono fermati al Blue Ox e hanno registrato una Ciera lasciando in bianco lo spazio della targa.

Marge: Direi che è una buona traccia.

Lou: Già.

Marge: Il Blue Ox è dove si fermano i camionisti sulla 35?

Lou: Sì. Al banco c'era il proprietario. Dice che erano in dolce compagnia.

Marge: Ah, sì?

Lou: Sì.

I Prostituta: Sì, tutt'e due. Anche lei è andata all'università.

II Prostituta: Ho frequentato Normandale per un anno e mezzo.

I Prostituta: Sì, è là che ci siamo conosciute.

II Prostituta: Però poi ho lasciato.

I Prostituta: Sì, ha voluto lasciare.

II Prostituta: Sì.

Marge: Di dove siete esattamente?

I Prostituta: Chaska.

II Prostituta: LeSeure, ma ho fatto il liceo a White Bear Lake. Forza, Bears!

Marge: Okay. Allora, ditemi: che aspetto avevano quei due?

I Prostituta: Beh, quello mingherlino era un tipo curioso.

Marge: In che senso?

I Prostituta: Non saprei, era curioso.

Marge: Non puoi essere un po' più precisa?

I Prostituta: Non saprei cosa dire. Non era circonciso, ecco.

Marge: Qualcos'altro di curioso a parte quello?

I Prostituta: Cioè?

Marge: Allora hai avuto rapporti sessuali col piccoletto?

I Prostituta: Ah! Hm-hm.

Marge: Qualcos'altro che puoi dirmi di lui?

I Prostituta: No. Come ho detto era un tipo curioso, più curioso della media, direi.

Marge: E il suo amico invece?

II Prostituta: Lui era un po' più vecchio. E fumava come una ciminiera.

Marge: Ah, sì?

II Prostituta: Sì. Di continuo, si accendeva una sigaretta dopo l'altra.

Marge: Ah-ah.

II Prostituta: Sai, una di quelle cose a livello inconscio.

Marge: Eh, sì, può succedere.

II Prostituta: Eh, sì.

I Prostituta: Hanno detto che stavano andando a Minneapolis.

Marge: Ah, sì?

I Prostituta: Sì, sì, ti può essere utile?

Marge: Puoi scommetterci.

Prostitute: Ah, ah!

Marge: Grazie.

Carl: E dai! Porca puttana! Oh, Cristo! Scatola di merda! Qui passano i giorni senza un cazzo da fare. Che stronzo di un televisore, non fa... E dai, porca puttana, fa' vedere qualcosa, dammi un
segnale! Porca puttana! Avanti, muoviti! Vaffanculo! Andiamo, sintonìzzati un po', bastardo, dai! Avanti! Vaffanculo! Vaffanculo! Vaffanculo! Vaffanculo!

Don Wescott: Il coleottero trasporta la preda nel suo nido, dove continuerà a nutrire i suoi piccoli per sei mesi. In primavera le larve si schiudono e il ciclo ha di nuovo inizio.

Marge: Norm, sono al capolinea.

Norm: Ah, sì?

Wescott: Qui lo vediamo liberarsi dell'involucro larvale.

Resta aggiornato sulle frasi dei film

Iscriviti alla NEWSLETTER

Commenti

Non ci sono commenti. Pubblica tu il primo.

Commenta

Fargo: approfondimenti

Leggi altri dialoghi, frasi celebri e curiosità tratte dal film Fargo:

Breve trama del film

[da Wikipedia]
Minnesota, inverno del 1987. Jerry Lundegaard è un venditore di Oldsmobile di Minneapolis con il pallino degli affari ma con diversi problemi economici. Per risollevare la sua situazione finanziaria decide di inscenare il rapimento della moglie Jean, così da costringere il cinico suocero Wade (che è anche il titolare della concessionaria) a pagare il riscatto. Grazie al suggerimento del meccanico Shep Proudfoot (che in passato ha avuto qualche problema con la legge) Jerry si reca in un bar di Fargo nel North Dakota per ingaggiare due...leggi di più

Frasi di attori o personalità celebri correlate al film

Altri film da cui sono tratte celebri frasi e dialoghi

Scrivi un commento. La tua opinione è importante!

Ricevi una bella frase

I s c r i v i t i