DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Raya e l'ultimo drago

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 8 frasi relative al film Raya e l'ultimo drago. Leggile tutte.
Frasi di Raya e l'ultimo drago

Riassunto e trama del film Raya e l'ultimo drago

[da Wikipedia]

Nel prospero regno di Kumandra, gli umani vivono in armonia con i draghi, creature magiche che assicurano acqua, pioggia e pace. Quando il regno viene minacciato da degli spiriti maligni chiamati Druun, che si propagano rapidamente sotto forma di inquietanti nubi violacee e trasformano tutto ciò che toccano in pietra, i draghi lottano con tutte le loro forze per salvare l'umanità, finendo però pietrificati. Sisu (Awkwafina), l'ultimo drago, racchiude il suo immenso potere magico in una gemma luminosa che spazza via i Druun e rianima tutti quelli che sono stati pietrificati, ad eccezione però dei draghi. Purtroppo, la gemma, unico lascito di Sisu, non rappresenta una fonte d'ispirazione di unione a fronte del suo sacrificio, ma l'origine di una feroce lotta tra gli umani, in quanto essi finiscono per contendersi il residuo potere magico dei draghi e tracciano confini dividendo Kumandra in cinque regioni, ciascuna con il nome di una parte che compone un drago a seconda del punto in cui si trova a fianco di un gigantesco fiume la cui sagoma ricorda, appunto, quella di un drago: Coda, Artiglio, Dorso, Zanna e Cuore.

Passano 500 anni. Benja (Daniel Dae Kim), sovrano di Cuore, addestra sua figlia Raya (Kelly Marie Tran) alla protezione della Gemma Drago e la nomina sua custode. Successivamente viene organizzata una festa che Benja spera possa servire alle altre tribù per superare gli screzi e riunire Kumandra come un tempo. Durante la festa Raya stringe amicizia con Namaari (Gemma Chan), figlia di Virana (Sandra Oh), la sovrana di Zanna, che le dona una collana raffigurante Sisu; per ringraziarla, Raya le mostra il nascondiglio della Gemma. Purtroppo Namaari, certa che la rievocazione di un drago possa riportare il suo regno alla prosperità di un tempo, tradisce la sua fiducia e rivela la posizione della Gemma alla sua tribù. Benja accorre per proteggere la Gemma e cerca invano di far ragionare gli altri popoli: nella rissa che segue per il possesso della Gemma, essa viene rotta in cinque pezzi e improvvisamente i Druun si risvegliano riprendendo il loro cammino distruttivo, ma non prima che ogni tribù prenda un pezzo della Gemma. Prima di essere pietrificato, Benja affida a Raya un frammento della Gemma e la incita a riunirlo con gli altri quattro, poi la scaraventa nel fiume affinché si salvi.

Sei anni dopo, Raya percorre il desertico territorio di Coda in sella all'animale da compagnia Tuk Tuk (Alan Tudyk), perlustrando ogni foce del fiume nella speranza di trovare Sisu, e dopo innumerevoli ricerche riesce finalmente a trovare il posto giusto e a evocarla. Sisu confessa di non aver creato lei la Gemma, ma di averla solo consegnata; Sisu è però ancora connessa al potere magico della Gemma, e ciò significa che riassemblandola i Druun verranno nuovamente sconfitti. Una volta recuperato il secondo pezzo in un tempio in rovina pieno di trappole, Sisu si trasforma in un'anziana umana; sopraggiunge anche Namaari con il suo seguito, ma le due riescono a fuggire gettandosi in un fiume e salendo sulla barca del giovanissimo commerciante Boun (Izaac Wang), che ha perso la sua famiglia a causa dei Druun, e che accetta di accompagnarle fino ad Artiglio. Durante la traversata, Sisu spiega che i Drunn sono un flagello nato dall'umana discordia e che sono l'opposto dei draghi, in quanto invece di portare acqua e vita nel mondo si lasciano dietro solo cenere e statue; essi, che sono sempre esistiti, erano in attesa di un momento di debolezza per attaccare.

Giunti al mercato galleggiante di Artiglio, Raya viene derubata dalla piccolissima truffatrice Noi (Thalia Tran) e un trio di scimmie, gli Ongi, che l'hanno adottata dopo che i Druun hanno pietrificato sua madre. Dopo un inseguimento, Raya recupera i due pezzi di Gemma e s'introduce di soppiatto nel palazzo del sovrano Dang Hu (Lucille Soong), scoprendo però che è stato pietrificato. Sisu, addentratasi in città con lo scopo di trovare un dono per il capo del regno, incontra l'attuale sovrana, che la minaccia di darla in pasto a un Druun se non le rivelerà la posizione degli altri pezzi. Fortunatamente Raya salva Sisu e recupera il terzo pezzo, che consente a Sisu di generare nebbia; insieme a loro e a Boun, si uniscono anche Noi e gli Ongi. Intanto, Namaari cerca di convincere sua madre che riunire i pezzi della Gemma è l'unica cosa che potrà garantire un futuro alla loro terra, ma Virana non ne è certa.

Il gruppo arriva a Dorso, circondata da una gelida foresta di bambù, ma Raya e Sisu vengono catturate da Tong (Benedict Wong), un temibile guerriero e unico sopravvissuto del villaggio. Poco dopo, l'intero gruppo viene sorpreso dall'arrivo di Namaari e alcuni soldati. Mentre Raya tiene impegnata Namaari in un combattimento, Tong libera Sisu e quest'ultima, tornata in forma di drago, prova a spaventare Namaari, ma si ferma quando nota che lei, invece di attaccarla, la osserva visibilmente commossa. Di nuovo sulla barca, Tong consegna il quarto pezzo di Gemma, che consente a Sisu di governare la pioggia. L'ultimo pezzo restante si trova a Zanna, il più sorvegliato dei cinque territori, separato dal resto del mondo da un canale artificiale. Sisu porta Raya a Cuore per mostrarle le statue dei suoi fratelli e sorelle (Amba, Pranee, Jagan e Pengu, il maggiore) e le racconta cosa successe 500 anni prima: loro erano gli ultimi draghi perché gli altri erano stati tramutati in statue; quando vennero circondati da un'orda di Druun, i quattro si unirono e mescolarono i propri poteri creando la Gemma Drago. Sisu non sa perché scelsero lei, ma decise di fidarsi, così come loro avevano fatto per primi.

Raya, toccata dalle parole di Sisu, decide di restituire a Namaari come offerta di pace il ciondolo del drago che le aveva donato sei anni prima, sperando che questo la convinca a lasciarla ricomporre la Gemma. Raya e Sisu dunque s'incontrano privatamente con Namaari ma lei, dopo aver visto gli altri pezzi della Gemma, punta contro di loro una balestra. Sisu cerca di rassicurare Namaari ma Raya, temendo che Namaari stia per spararle, colpisce la balestra il cui proiettile ferisce Sisu al petto, facendola cadere nel fiume. L'acqua inizia a prosciugarsi e i Druun, che per loro natura ne sono avversi, hanno ora campo libero e attaccano Zanna.

Raya entra nel palazzo reale per affrontare Namaari, che piange la pietrificazione di sua madre; le due combattono l'un l'altra. Raya, quando sta per sconfiggere Namaari, ne vede il rimorso e insieme a lei corre ad aiutare i suoi amici impegnati a salvare la gente dai Druun. I Druun avanzano verso il gruppo, e Raya cerca inutilmente di convincere i suoi amici a perdonare Namaari. Ispirata dal racconto di Sisu, Raya decide di fare il primo passo e consegna a Namaari il suo pezzo di Gemma prima di essere pietrificata da un Druun; convinti dal gesto dell'amica, gli altri ne seguono l'esempio. Namaari riesce a riassemblare la Gemma poco prima di diventare lei stessa una statua.

La Gemma torna a brillare, sconfigge i Druun e riporta in vita tutti coloro che erano stati tramutati in statue, compresi gli altri draghi che con la loro magia ridanno vita a Sisu. Ora tutti possono ricongiungersi ai propri cari. Le varie tribù, ora in pace, si riuniscono nel regno di Cuore per festeggiare e formare ancora una volta Kumandra.

Curiosità sul film

E' il 59º classico Disney.

La storia è ambientata in un mondo fantasy immaginario chiamato Kumandra. I luoghi e i costumi si ispirano alle culture del sud-est asiatico di Thailandia, Vietnam, Cambogia, Birmania, Indonesia, Filippine e Laos, paesi visitati dal team di produzione per realizzare le ambientazioni del film.

Anno

2021

Titolo originale

Raya and the Last Dragon

Genere

Animazione, Avventura, Azione, Fantastico

Durata

107 minuti (1 ora e 47 minuti)

Regia

Don Hall, Carlos López Estrada

Film di Don Hall
Film di Carlos López Estrada

Data di uscita

mercoledì 3 marzo 2021

Poster e locandina

Attori del film Raya e l'ultimo drago

Doppiatori originali

Kelly Marie Tran nel ruolo di Raya
Awkwafina nel ruolo di Sisu
Gemma Chan nel ruolo di Namaari
Izaac Wang nel ruolo di Boun
Daniel Dae Kim nel ruolo di Benja
Sandra Oh nel ruolo di Virana
Benedict Wong nel ruolo di Tong
Jona Xiao nel ruolo di Namaari bambina
Thalia Tran nel ruolo di Noi
Alan Tudyk nel ruolo di Tuk Tuk
Lucille Soong nel ruolo di Dang Hu
Dichen Lachman nel ruolo di generale Atitaya
Patti Harrison nel ruolo di condottiera di Coda
Sung Kang nel ruolo di Dang Hai
Ross Butler nel ruolo di capo di Dorso
François Chau nel ruolo di Wahn
Sierra Katow nel ruolo di venditrice al mercato / ufficiale di Zanna

Doppiatori italiani

Veronica Puccio nel ruolo di Raya
Alessia Amendola nel ruolo di Sisu
Jun Ichikawa nel ruolo di Namaari
Valeriano Corini nel ruolo di Boun
Simone D'Andrea nel ruolo di Benja
Luisa Ranieri nel ruolo di Virana
Paolo Calabresi nel ruolo di Tong
Sara Labidi nel ruolo di Namaari da bambina
Charlotte Infussi nel ruolo di Noi
Bruno Magne nel ruolo di Tuk Tuk
Doriana Chierici nel ruolo di Dang Hu
Vittoria Schisano nel ruolo di generale Atitaya
Laura Amadei nel ruolo di condottiera di Coda
Simone Mori nel ruolo di Dang Hai
Federico Talocci nel ruolo di capo di Dorso
Massimo Bitossi nel ruolo di Wahn
Marina Valdemoro Maino nel ruolo di venditrice al mercato
Camille Cabaltera nel ruolo di ufficiale di Zanna

Trailer

Biografie correlate al film Raya e l'ultimo drago

Sceneggiatura

Qui Nguyen, Adele Lim

Soggetto

Paul Briggs, Don Hall, Adele Lim, Carlos López Estrada, Kiel Murray, Qui Nguyen, John Ripa, Dean Wellins

Musiche

James Newton Howard

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi gli aggiornamenti

Inserisci la tua migliore e-mail