DOWNLOAD PDF : Registrati e scarica le frasi degli autori in formato PDF. Il servizio è gratuito.

Febbre da cavallo - La mandrakata

Frasi del film

Nel nostro database ci sono 3 frasi relative al film Febbre da cavallo - La mandrakata. Leggile tutte.
Frasi di Febbre da cavallo - La mandrakata

Riassunto e trama del film Febbre da cavallo - La mandrakata

[da Wikipedia]

Nonostante la fine del suo matrimonio e la promessa alla nuova fidanzata Lauretta di chiudere con gli ippodromi, Bruno Fioretti detto "Mandrake" non ha perso il vizio di giocare ai cavalli. Infatti continua imperterrito a scommettere insieme ai suoi nuovi soci: "Micione", quarantenne disoccupato che vive ancora con i genitori a cui ruba gli spiccioli per le scommesse, e l'"ingegnere", studente fuori corso in giurisprudenza. I tre, dopo un ottimo inizio dovuto alle capacità informatiche dell'ingegnere, ricominciano sistematicamente a perdere, finché un giorno, durante una corsa, Mandrake nota che un cavallo brocco che arriva sempre ultimo, di nome "Come va va", è esteticamente identico a Pokemon, cavallo plurivincente di proprietà del conte De Blasi, e concepisce una truffa delle sue: acquistato a poco prezzo Come va va, scambia nascostamente i due cavalli in modo da far alzare le quotazioni di Pokemon, facendo correre e perdere il brocco al suo posto. Nella truffa vengono coinvolti anche Aurelia (Nancy Brilli), ex fiamma di Mandrake, e il ragionier Antonio Faiella (Carlo Buccirosso), napoletano truffato da Mandrake.

Effettuato lo scambio, Mandrake e soci devono procurarsi i soldi per la scommessa. Ad aiutare Mandrake arriva a sorpresa il suo ex socio Armando detto "Er Pomata", che tutti credevano morto e invece era scappato in Australia per sfuggire ai creditori. Col suo aiuto, Mandrake e soci mettono su una truffa ai danni del figlio del macellaio "Manzotin", ma riescono a portargli via solo mille euro.

Per procurarsi una adeguata somma di denaro, viene allora imbrogliato addirittura il Cozzaro Nero, grazie al doppio gioco di Aurelia che rivela allo strozzino la truffa architettata da Mandrake e lo convince a scommettere 25.000 euro su Pokemon alla prossima corsa, per poi dividere il ricavato al 50%. Ma in realtà gli altri hanno effettuato un finto riscambio dei cavalli, quindi a correre è ancora il cavallo brocco, che naturalmente perde. Con uno stratagemma i 25.000 euro della scommessa finiscono in mano a Mandrake, il quale ha, nel frattempo, iscritto il cavallo brocco ad un'altra corsa a Montecatini.

Ovviamente facendo correre Pokemon al suo posto la gara viene vinta facilmente dal cavallo di Mandrake, ma il conte De Blasi, servendosi di un investigatore privato, ha nel frattempo scoperto tutto, per cui Mandrake e soci evitano la denuncia, ma si ritrovano senza nemmeno i soldi per tornare a Roma. Costretti a scendere dal treno alla prima stazione, Mandrake e Pomata si trovano davanti un baracchino col gioco delle tre carte: i due finiscono per giocarsi, perdendola, l'ultima cosa rimasta: l'orologio d'oro della Prima Comunione che Aurelia aveva dato poco prima a Mandrake.

Anno

2002 (17 anni fa)

Titolo originale

Febbre da cavallo - La mandrakata

Genere

Commedia

Durata

104 minuti (1 ora e 44 minuti)

Regia

Carlo Vanzina

Film di Carlo Vanzina

Data di uscita

giovedì 31 ottobre 2002

Poster e locandina

Attori del film Febbre da cavallo - La mandrakata

Gigi Proietti nel ruolo di Bruno "Mandrake" Fioretti
Nancy Brilli nel ruolo di Aurelia
Rodolfo Laganà nel ruolo di Marco detto "Micione"
Andrea Ascolese nel ruolo di l'"ingegnere"
Stefano Ambrogi nel ruolo di Nino "er Cozzaro Nero" Diamanti
Emanuela Grimalda nel ruolo di Lauretta, fidanzata di Mandrake
Enrico Montesano nel ruolo di Armando "Pomata" Pellicci
Carlo Buccirosso nel ruolo di Antonio Faiella
Marino Guidi nel ruolo del "milanese"
Cesare Gelli nel ruolo di conte De Blasi
Gea Martire nel ruolo di moglie di Antonio Faiella
Emanuela Aurizi nel ruolo di sorella di Micione
Diego Verdegiglio nel ruolo di Dott. Miccolis
Massimo Pittarello nel ruolo di attore di teatro
Natale Tulli nel ruolo di l'agente cinematografico detto "Frank Sinatra"
Trio Medusa nel ruolo di tre giocatori
Gianmarco Trevisanello nel ruolo del regista che caccia Mandrake
Emanuele Magnoni nel ruolo di attore di cinecittà
Renzo Stacchi nel ruolo di stalliere
Stefano Antonucci nel ruolo di bancario
Gianni Franco nel ruolo di Bertolazzi, investigatore privato

Doppiatori italiani

Roberto Draghetti nel ruolo di annunciatore del primo ippodromo
Vittorio Amandola nel ruolo di annunciatore ippodromo Montecatini

Premi

Nastri d'argento 2003 Migliore Attore Protagonista, Gigi Proietti

Biografie correlate al film Febbre da cavallo - La mandrakata

Sceneggiatura

Enrico Vanzina, Carlo Vanzina

Soggetto

Franco Amurri, Enrico Vanzina, Carlo Vanzina

Musiche

Franco Bixio, Fabio Frizzi, Vince Tempera

Altre schede di film

Scrivi un commento su questo film. La tua opinione è importante!

Ricevi frasi bellissime

I s c r i v i t i